PER ANCONA-CIVITANOVESE E GIULIANOVA-CIVITANOVESE: PREVENDITE BIGLIETTI SECONDO CRITERI DELLA POLIZIA. VISITA IN CITTÀ DELL’EX DIFENSORE GALANTE

image123Per le gare Ancona-Civitanovese, Giulianova-Fermana, di domenica, e Civitanovese-Giulianova, del successivo turno, considerate tutte e tre a rischio, sono state emanate urgenti disposizioni dagli organi di polizia solo per quanto riguarda l’acquisto dei biglietti di ingresso, mentre non sono state previste limitazioni circa l’accesso dei tifosi. I provvedimenti che dovranno essere adottati, se non subentreranno altre limitazioni, sono, al momento, i seguenti:
1)vendita dei tagliandi per il settore ospiti, nel limite della capienza stabilita dalle Autorità di P.S. sotto la responsabilità delle società sportive U.S. Ancona 1905, Città di Giulianova e Civitanovese 1919 previa esibizione da parte dell´acquirente, di un documento di identità ed iscrizione sul biglietto del nominativo stesso;
2) trasmissione dell´elenco degli acquirenti alle Questure interessate, secondo il modello inviato dalla Lega Nazionale Dilettanti, entro le ore 10 del giorno della gara;
3) vendita dei tagliandi per tutti i settori, sino alle ore 19.00 del giorno antecedente la gara;
4) impiego nel settore ospiti di volontari delle società ospitate con casacca riconoscibile (simile a quella degli steward);
5)adeguata comunicazione ai tifosi delle società sportive interessate.
Dal momento che la prevendita Ancona-Civitanovese è iniziata ieri presso negli esercizi di Blu Video di via Cecchetti, 61 e Casa della Musica in corso Umberto I, 103, al prezzo di euro 12, la Civitanovese ha comunicato che i bisglietti già emessi sono regolarmente validi: per i successivi dovrà essere seguita la procedura sopra riportata.
Per passare ad un’altra notizia meno “complicata”, c’è da segnalare la gradita visita nella sede della società rossoblu dell’ex difensore di Torino e Inter, Fabio Galante, amico di Cabrini, che si è complimentato per il nuovo corso della società rivierasca. Lo vediamo nella foto, al centro, fra Stefano Toro, papà di un giovane calciatore, a sinistra, e, per l’appunto, il dg Fabrizio Cabrini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *