PELLEGRINAGGIO MACERATA-LORETO: IN 100MILA SPRONATI DA PAPA FRANCESCO

pellegrinaggioIn 100 mila, spronati dal messaggio in diretta telefonica di papa Francesco, che ha parlato del pellegrinaggio come “paradigma della vita” e invitato i pellegrini ad “appoggiarsi a Gesù”, hanno partecipato alla marcia notturna a piedi Macerata-Loreto, partita dallo stadio Helvia Recina, dove è giunto il messaggio del pontefice, dopo la messa celebrata dal cardinale canadese Marc Ouellet. Gli ultimi pellegrini sono arrivati questa mattina alle 7:20 nella piazza del santuario di Loreto. Durante la lunga notte si è pregato per quanti in Italia e nelle Marche hanno perso o stanno perdendo il lavoro, dall’Ilva di Taranto alla Indesit di Fabriano, rappresentata da 200 dipendenti, per i cristiani perseguitati in Siria. Toccante la testimonianza di un 28enne, assistito nella Comunità della Pars di Corridonia, che è riuscito a venir fuori dall’incubo della droga. Significativa anche l’esperienza di un giovane sacerdote che, ordinato l’altro ieri, ha concelebrato la sua prima messa allo stadio Helvia Recina con Ouellet, prefetto della Congregazione dei vescovi. Il cardinale ha accompagnato i pellegrini per oltre un’ora. L’arcivescovo di Fabriano e Matelica, mons. Giancarlo Vecerrica, ha percorso invece con loro, come sempre, tutto il tragitto. A Loreto i partecipanti alla marcia sono stati accolti dall’arcivescovo mons. Giovanni Tonucci, dall’amministratore apostolico di Macerata, mons.Claudio Giuliodori, e da Ouellet. Il momento più difficile è stato affrontare la salita che conduce all’altura da cui si domina Loreto, dove è stato ritrasmesso il messaggio del Papa, ulteriore sprone per andare avanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *