PD: SE CI SARANNO LE PRIMARIE LA SFIDA SARÀ CERISCIOLI-MARCOLINI

Se si andrà alle primarie per la scelta del candidato presidente della Regione la sfida sicura è fra l’assessore regionale al Bilancio e Cultura Pietro Marcolini e l’ex sindaco di Pesaro Luca Ceriscioli, che è anche vice segretario del Pd regionale. Oggi Ceriscioli formalizza la sua discesa in campo, ma non è detto che non ci sia anche un terzo candidato Pd. Sia Marcolini sia la sen. Camilla Fabbri restano in campo fino all’ultimo minuto utile, nel caso che i Dem riescano a trovare una convergenza in extremis su un candidato unitario. L’Assemblea è convocata per giovedì 22 gennaio e in quella data si saprà se ci saranno o meno le elezioni primarie e quando.

La sen. del Pd Camilla Fabbri conferma la disponibilità a candidarsi a governatore delle Marche ”in un percorso che porti il Pd all’unità e alla responsabilità. Una responsabilità – dice in una lettera aperta – che rimarrà fino a quanto il percorso per giungere alla scelta di una candidatura unitaria proseguirà”. Qualora invece si dovesse arrivare alle primarie, Fabbri ritiene che il nome dell’ex sindaco di Pesaro Luca Ceriscioli ”sia la figura più adatta e spendibile in questo nuovo percorso. La sua sobrietà, compostezza e grande competenza maturata in anni di amministrazione – osserva – saranno la carta vincente per il Pd che punta al rinnovamento e al buon governo delle Marche.”

Nella sua lettera Fabbri non risparmia critiche ad ”una parte della classe dirigente del Pd” per come ha gestito il percorso per la scelta della candidatura a presidente: una parte – osserva – che ”ha saputo parlare solo a se stessa, con un dibattito a dir poco svilente agli occhi dei tanti cittadini che in queste ultime tornate elettorali hanno riposto fiducia nel nostro partito e nel progetto di rinnovamente incarnato da Matteo Renzi.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *