PASSANO LE SETTIMANE MA RESTA L’INCURIA. RIFIUTI ED ERBACCE SOTTO IL MONUMENTO AI CADUTI DI NASSIRIYA

“Il monumento alla strage di Nassiriya ancora immerso nell’incuria. Non sono bastate denunce e segnalazioni ripetute per smuovere la giunta affinché si procedesse alla pulizia e al ripristino del decoro dovuto a quei martiri e alla bandiera Italiana. Né il sindaco né alcuno dei suoi assessori hanno ancora sentito il dovere, il bisogno, di disporre affinché mezzi e personale del Comune provvedessero a ripulire lo spazio intitolato a quella strage e al cui ingresso sorge la stele che ne ricorda i caduti.” A ritornare sull’argomento è Sergio Cognigni del Direttivo del PD di Civitanova che in una nota scrive: “Incuria e abbandono hanno reso la zona infestata da erbacce e ricettacolo di rifiuti, che fanno da cornice allo slargo intitolato al drammatico avvenimento in cui il 12 novembre del 2003 persero la vita 19 italiani: 12 Carabinieri, 5 militari dell’Esercito e 2 civili. La sciatta gestione di quell’area da parte dell’amministrazione Ciarapica, unita all’indifferenza e alla ripetuta noncuranza nonostante la questione sia stata documentata (articoli di stampa, post e foto) da un mese dice molto, se non tutto, della reale sensibilità di questi amministratori rispetto ai valori che la stele esalta e sul rispetto che nutrono nei confronti di italiani che hanno versato il loro sangue tenendo alti i valori del nostro Paese e della Bandiera Tricolore. Se non altro perché rappresentanti delle istituzioni, dovrebbero sentire, almeno, il dovere di intervenire non solo a ridosso degli anniversari.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *