PARRUCCHIERIA, DOPO LA MULTA ARRIVA LA CHIUSURA

Aveva violato le norme di chiusura alla fine di marzo, quando le restrizioni erano rigide e tutti per uscire di casa dovevamo dettagliare motivo e destinazione attraverso la famigerata ma seccante autocertificazione. Invece in una parrucchiera civitanovese la guardia di finanza scopre che al suo interno una signora si sta facendo i capelli. Scatta subito la sanzione pecuniaria sia al titolare che alla cliente, che tra l’altro viene da fuori comune. Ora che tutti dal 18 maggio hanno potuto riaprire, la parrucchieria sanzionata si è vista chiudere per cinque giorni la propria attività, dopo che lunedì aveva riaperto, in linea con il nuovo decreto. Il provvedimento è stato emesso dalla prefettura di Macerata nei confronti del salone Augusto e Gabriella di Stefano Tassetti. Sulla vetrina del negozio in corso Vittorio Emanuele, è affissa una comunicazione della Guardia di Finanza con scritto “locale sottoposto a chiusura dell’attività di impresa per cinque giorni, ai sensi e per gli effetti del decreto legge n. 19 del 25 marzo 2020”.

1 Response

  1. ANNA MARIA MOSCA ha detto:

    Io come collega ritengo giusta la chiusura ,ma secondo me sono pochi i giorni ,visto che ci lamentiamo delle
    persone che vanno a fare i capelli a casa ,bisogna iniziare ad essere più disciplinati ad eseguire le regole…io sono x la chiusura x un po di mesi e multe salatissime x chi va in casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *