PACE-MAKER RUBATI DA SALME, ARRESTI A PESARO

Cadaveri sezionati per rubare pace-maker. Corredi funerari venduti a 500 euro e vestizioni a pagamento dei defunti eseguite senza versare un euro nelle casse dell’ospedale. Cinque ex necrofori del nosocomio di Pesaro sono stati arrestati dalla Gdf, e altre 29 persone, fra cui medici e impresari funebri, sono indagate per peculato e truffa. Pilotate dalla ‘cricca del caro estinto’ anche le esumazioni delle salme al cimitero. Fino a 10 mila euro al mese i guadagni extra dei necrofori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *