OFFESE ALLA KYENGE. TROIANI ASSOLTO DAL REATO DI DIFFAMAZIONE. PER IL GIUDICE NON ERANO FRASI RAZZISTE

Assolto perché non costituisce offesa razzista dire all’ex ministro Kyenge “rimane negra”. Il pubblico ministero aveva chiesto una condanna a sette mesi per Fausto Troiani, vice sindaco di Civitanova che difeso dall’avvocato Gian Luigi Boschi, è uscito dal tribunale questa mattina senza nessuna contestazione. Le offese alla Kyenge, scritte sulla sua pagina Facebook insieme ad una sequela di altri pesanti insulti a personaggi del mondo della politica nazionale e internazionale e perfino a Papa Francesco, non costituiscono reato per il giudice. Tra 90 giorni il tribunale depositerà le motivazioni della assoluzione. Per gli insulti lanciati via Facebook, a carico di Troiani sono stati aperti altri procedimenti che riguardano le frasi rivolte all’ex presidente della Camera Laura Boldrini, processo in corso e per il quale le indagini si sono chiuse, e per le frasi rivolte a Papa Francesco, procedimento per il quale Troiani chiese la messa in prova nei servizi sociali, un percorso che se accordato consente di cancellare il reato e sul quale il giudice si dovrà esprimere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *