OFFESE AL PAPA. TROIANI INDAGATO DALLA PROCURA, ANCHE PER DIFFAMAZIONE ALL’EX MINISTRO KYENGE E ALLA BOLDRINI

Per le offese al Papa e per la diffamazione (aggravata dall’odio razziale) all’ex ministro Kyenge è indagato dalla Procura di Macerata Fausto Troiani e il vice sindaco risulta indagato, sempre per diffamazione, perché denunciato anche dall’ex presidente della Camera, Laura Boldrini. Si muove la macchina della giustizia, e delle querele, dopo i post offensivi di Troiani che a novembre ne aveva pubblicato uno in cui usava espressioni pesantissime nei confronti del Pontefice e di personaggi politici europei. La Procura lo ha ascoltato lunedì e le indagini riguardano anche precedenti pubblicazioni sulla sua pagina Facebook in cui pure Troiani si distingueva per feroci insulti nei confronti di personaggi politici italiani, tra cui Laura Boldrini che lo ha querelato. L’indagine è partita subito dopo l’ultimo post Facebook di novembre, quando il procuratore di demandato alla Digos di acquisire materiale e di ascoltare una prima volta Troiani. Da lì la decisione di procedere con il reato di offese al Papa, dai Patti Lateranensi equiparato al presidente della Repubblica perché capo dello Stato del Vaticano, e di diffamazione aggravata nei confronti della Kyenge, in passato obiettivo della violenza dei suoi post. La Procura ha avvisato tutte le persone che Troiani aveva offeso. Tra queste la Boldrini che ha deciso di sporgere denuncia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *