OFFESE A PAPA FRANCESCO, PER IL VICESINDACO TROIANI GIUDIZIO IMMEDIATO

Percciv live
Offese al Papa su Facebook. Troiani a processo

Nei confronti di Fausto Troiani, vice sindaco di Civitanova, si apre anche il processo per le offese al Papa. Dopo i guai giudiziari per gli insulti all’ex ministro Kyenge, Troiani va a giudizio immediato per le ingiuria nei confronti di Papa Francesco. L’udienza è stata fissata per il 27 settembre. Nella sua pagina Facebook, in un post in cui riempiva di insulti personalità politiche europee, Troiani scrisse anche “per non parlare di Francesco e del suo staff di pedofili”. Nel pieno della bufera mediatica scatenata dalle sue affermazioni, si è difeso dicendo che non si riferiva al Pontefice e durante un consiglio comunale, in tono irridente, ha anche dichiarato che quel Francesco era “un amico di Cascinare”. Una ironia accolta da risate e applausi dei suoi alleati politici, il sindaco Ciarapica e i consiglieri della maggioranza. La Procura di Macerata invece ha ritenuto di procedere d’ufficio sulla base dell’articolo 8 dei Patti Lateranensi. Guai su guai per il vicesindaco perché il 27 maggio, sempre presso il tribunale di Macerata, si è aperto a suo carico il processo per direttissima in seguito agli insulti invece diretti all’ex ministro Kyenge (“rimane nera”, aveva scritto). In questo caso l’avvocato difensore di Troiani ha chiesto ai giudici la possibilità della messa in prova, presso la Croce Verde, per dimostrare contrariamente all’accusa che gli viene mossa di non avere sentimenti razzisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *