NUOVO LOOK PER PIAZZA GARIBALDI

Partono i lavori di riqualificazione di piazza Garibaldi a Civitanova Alta, primo ingresso della città se si arriva da Porta Marina e da pochi mesi inserita nel circuito museale del Colle civitanovese grazie all’apertura del nuovo Museo della grafica e del manifesto, al civico 533.
La Giunta comunale ha approvato nella riunione di ieri il progetto definitivo dell’intervento di manutenzione straordinaria della pavimentazione e dei sottoservizi, inserito nel piano triennale delle Opere pubbliche.
“La salvaguardia della parte più antica e per questo più fragile del borgo storico non può essere messa in secondo piano – ha detto il sindaco Fabrizio Ciarapica – ma va portata avanti di pari passo con l’avvio delle nuove infrastrutture del Porto; entrambi gli interventi sono indispensabili per lo sviluppo complessivo di Civitanova. Non c’è modernità senza la conservazione della nostra storia e dei luoghi della memoria che l’Amministrazione comunale vuole riportare ad essere di interesse sia per gli stessi residenti che vogliono continuare a vivere degnamente o ad investire in quei luoghi, sia per turisti e visitatori che vogliono scoprire i gioielli della cultura, di cui Civitanova Alta è ricca in ogni via”.
Nei mesi scorsi, l’Ufficio tecnico comunale ha richiesto all’azienda Atac di procedere alla verifica dei sottoservizi della zona (acquedotto e fognature) per valutare lo stato di conservazione e programmare le eventuali opere di competenza da inserire nel progetto da finanziare con accordo di programma. Dopo le necessarie verifiche, l’Atac ha trasmesso la documentazione necessaria per la predisposizione del progetto definitivo riguardante gli interventi da effettuare ai sottoservizi di competenza. La manutenzione straordinaria della pavimentazione con riabilitazione e sostituzione dei sottoservizi relativi a rete idrica e fognature comporterà una spesa di complessivi euro 470.000,00, di cui 350.000,00 con oneri a carico del Comune e 120.000,00 a carico dell’Atac.
L’intervento è conforme alle norme e prescrizioni degli strumenti urbanistici vigenti ed autorizzato dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici delle Marche, per cui tutti i lavori di scavo dovranno essere condotti in regime di sorveglianza archeologica. Si prevede il rifacimento della pavimentazione in selci di arenaria riutilizzando quelli esistenti per la parte esterna alla zona carrabile, che verrà pavimentata con nuovi selci, sempre in arenaria, ma di maggiori dimensioni; nuovo sottofondo con misto cementato, con l’allacciamento dei pluviali e caditoie alla condotta fognaria; risanamento delle condotte fognarie principali in muratura esistenti sulla piazza provenienti da via Minniti e via Oberdan; rifacimento allacci fognature; rifacimento condotte idriche di distribuzione e relativi allacci e sistemazione dell’area a verde al centro della piazza.
Essendo l’importo dei lavori superiore ai 350 mila euro e contenuto entro il milione di euro, si procederà all’appalto mediante procedura negoziata, senza bando, previa consultazione di almeno dieci operatori economici, con aggiudicazione con il criterio del minor prezzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *