NOVITA’ NELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA “PORTA A PORTA” DELLE UTENZE DOMESTICHE

image

A partire dal prossimo 27 ottobre, la raccolta dei rifiuti indifferenziati (sacchetto giallo) a Civitanova verrà effettuata solo ed esclusivamente un giorno alla settimana, il lunedì.
La decisione è stata presa per ottenere un risparmio di 95 mila euro sulle casse comunali.
“Abbiamo già ridotto la Tari del 15% in media a famiglia – ha spiegato l’assessore Giulio Silenzi – e ora riduciamo i costi fissi del conferimento del rifiuti eliminando il passaggio del giovedì con l’obiettivo di tenere più bassa la tariffa anche nel 2015. Il provvedimento va anche visto come stimolo ad una maggiore differenziazione, perché quanto più si fa attenzione a differenziare utilizzando gli altri sacchetti, tanto meno si utilizza il giallo”.
Come avviene nella stragrande maggioranza dei comuni maceratesi che adottano il sistema di raccolta differenziata domiciliare “Porta a Porta”, i civitanovesi, da fine ottobre, potranno conferire i rifiuti indifferenziati, utilizzando in base alla loro zona di residenza, sacchetti con o senza microchip, dalle ore 7 alle ore 8.30 di ogni lunedì e non più il giovedì mattina.
“Civitanova è un comune virtuoso – ha detto il direttore Giampaoli – in cui la percentuale di raccolta è salita di tre punti in un anno arrivando al 71,49%. La riduzione del giallo non sarà un sacrificio ma solo una razionalizzazione del servizio che servirà a migliorare ulteriormente la percentuale della raccolta differenziata. Infatti, come già sperimentato in casi analoghi, la doppia raccolta dei rifiuti indifferenziati non agevola l’applicazione di tutte quelle “buone pratiche” che consentono, nel ciclo domestico, una funzionale differenziazione di qualità. Ad esempio con il doppio conferimento molti utenti evitano di separare gli scarti organici, o la plastica o la carta, gettando, tutto mischiato ed erroneamente, nel sacchetto giallo. Non meno importante il risparmio economico che si andrà ad ottenere ottimizzando i giri di raccolta e il servizio “Porta a Porta”.

Per informare la popolazione, dai prossimi giorni sarà avviata una campagna di comunicazione particolarmente capillare che, oltre a inserzioni sui consueti media, prevede anche la distribuzione a tutte le famiglie di un opuscolo informativo.

A parte le modifiche che riguardano il sacchetto giallo, per tutte le altre tipologie di rifiuto la raccolta rimane invariata. Nessun cambiamento anche per le utenze economiche che continueranno ad avere lo stesso servizio attualmente in funzione.

Positivo il riscontro dei mesi estivi che ha visto crescere la raccolta differenziata di qualche punto percentuale: giugno 2104 – 71,65% (giugno 2013 – 68,25%); luglio 2014 – 73,76% (luglio 2013 – 70,59%); agosto 2014 – 73,47% (agosto 2013 – 73,35%). A settembre 2014 la raccolta differenziata ha avuto una leggera flessione attestandosi su valori pari al 70,90%.

Per quanto riguarda la raccolta differenziata con il microchip vanno registrati gli ottimi dati riferiti all’utilizzo quotidiano dei nuovi sacchetti con una adesione dell’84%. Attualmente il sistema interessa la zona centro e i quartieri di Fontespina e San Marone per poco più di 14 mila utenze di cui 1.800 utenze economiche.

Nella foto allegata da sinistra: Maria Palazzetti, dirigente comunale; Giuseppe Giampaoli direttore Cosmari; assessore Giulio Silenzi, Stefano Capponi, capo area Sintegra

3 Responses

  1. Giulio Silenzi ha detto:

    La Tari e’ diminuita mediamente del 15% dal 2013 al 2014. Non abbiamo applicato i 30 centesimi che nel 2013 andavano allo Stato ed in più abbiamo diminuito di un altro 4% che per il Comune e’ significato 300.000 euro in meno.
    Siamo stati uno dei pochi comuni che hanno fatto nel 2014 una riduzione della tassa così importante.

  2. Nazzareno ha detto:

    A me l’acconto di giugno scorso della tassa rifiuti 2014 é aumentato di € 24. Se il Comune ha incrementato la raccolta fino ad arrivare al 71,4% e quindi, un maggior guadagno per le casse comunali, e risparmierà 95 mila euro tagliando il servizio di raccolta, perché non riduce la tassa a tutti gli utenti ? Vorrei proprio saperlo!

  3. Lidia Iezzi ha detto:

    Se la differenziata è fatta bene, in una famiglia media , generalmente si riempie meno di un sacchetto giallo dell’indifferenziata…perciò questa scelta è intelligente e giusta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *