NON SI FERMA ALL’ALT DEI FINANZIERI ALL’USCITA DI CIVITANOVA DELL’A14. 29ENNE FINISCE NEI GUAI

Non si ferma all’alt in un posto di blocco dei finanzieri della Compagnia di Civitanova Marche all’uscita del varco autostradale della A14 “Macerata – Civitanova Marche”. Nel darsi alla fuga, rischia di investire la pattuglia in servizio. E’ finito così nei guai un tunisino di 29 anni riconosciuto da uno dei finanzieri, per pregressa attività di servizio nei suoi confronti e nei confronti di un altro passeggero dell’autovettura.
Il conducente dell’autovettura, durante la fuga, ha gettato dal finestrino un involucro che è stato immediatamente recuperato, grazie all’aiuto del cane antidroga EDIR. Conteneva oltre 20 grammi di eroina. I finanzieri hanno poi individuato l’auto presso l’abitazione della madre della moglie (italiana) del tunisino. La contestuale perquisizione domiciliare eseguita ha permesso al personale delle Fiamme Gialle di rinvenire un piccolo quantitativo di altro stupefacente, che è stato a sottoposto a sequestro unitamente all’autoveicolo.
Il quadro investigativo che ne seguiva ed il contesto criminale emerso, aggravato dai precedenti penali specifici e dall’irreperibilità del tunisino, hanno consentito al Pubblico Ministero di richiedere ed ottenere dal Giudice delle Indagini Preliminari un’Ordinanza di custodia cautelare degli arresti domiciliari, con applicazione del braccialetto elettronico, nei confronti dello spacciatore.
Vistosi evidentemente braccato per le incessanti attività di ricerca attivate e per non aggravare, evidentemente, ulteriormente la sua posizione, il tunisino, si è spontaneamente costituito ai finanzieri di Civitanova Marche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *