NESSUNA DIFFAMAZIONE, ASSOLTO CORVATTA

Assoluzione con formula piena perché “il fatto non sussiste”. Lo ha stabilito la giudice Maria Vittoria Lupi in riferimento all’ex sindaco Tommaso Corvatta accusato di diffamazione da parte dell’esponente del Movimento 5 stelle Fabio Bottiglieri.
La vicenda era avvenuta 6 anni fa, il 15 ottobre del 2013 durante un consiglio comunale in cui si dibatteva della Civita Park. L’allora sindaco Corvatta dichiarò che Bottiglieri si stava opponendo alla realizzazione del centro fieristico non per motivi politici di tutela di interessi comuni, ma per salvaguardare interessi economici familiari. Il pentastellato decise per questo di denunciare per diffamazione l’ex primo cittadino che a seguito dell’avvio del procedimento spiegò in tribunale che: “La moglie di Bottiglieri era amministratrice di una società proprietaria di un terreno sul quale dovevano essere fatti dei lavori, per questo, dietro alle contestazioni al progetto per la nuova fiera, c’era il sospetto che in ballo potessero esserci degli interessi personali, invece di questioni di interesse pubblico”.
Ieri si è chiuso il processo con la richiesta da parte della Procura di assoluzione con formula piena per non aver ravvisato gli estremi di reato, così come richiesto anche dall’avvocato Andrea Canalini, difensore di Corvatta.
La giudice Lupi ha quindi assolto l’ex sindaco non prendendo in considerazione la discriminante del diritto di critica ma proprio perché il fatto non sussiste, trattandosi di osservazioni non offensive né diffamatorie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *