NEL WEB: STORIE E RACCONTI DI ENO SANTECCHIA

Gli appassionati di cultura della nostra città, hanno avuto modo di conoscere il giornalista-pubblicista, e scrittore, Eno Santecchia, in occasione della presentazione di un suo libro: “Le Orchidee del Chienti”, avvenuta nel settembre scorso nella Biblioteca “Silvio Zavatti”. Una location necessaria, seppure prestigiosa, dal momento che Santecchia, per via di quella dolorosa vicenda del terremoto che ha sbriciolato gli antichi borghi dell’entroterra marchigiano, ha dovuto lasciare la sua residenza del Maceratese e rifugiarsi nella nostra città.
A seguito di quella occasione, ho avuto modo di conoscere alcuni aspetti della sua vita professionale. per cui non è stato difficile venire a conoscenza che Santecchia, che posso modestamente considerare un collega, in quanto anche lui è iscritto nell’ordine dei giornalisti delle Marche, sta portando avanti dal 2010, con intelligente bravura e capacità, il sito-blog: www.storieeracconti.it, un vero e proprio spazio di interesse culturale.
“Questo blog – ci tiene a precisare – non rappresenta una testata giornalistica, in quanto non viene aggiornato con cadenza periodica e pertanto non può considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge riguardante le norme sull’editoria e sui prodotti editoriali, la n. 62 del 7-3-2001. È un qualcosa che riguarda i viaggi, le vicende storiche, gli avvenimenti realmente accaduti, le memorie e testimonianze anche di guerra, nonché le vicende di scoperte archeologiche, la natura, con particolare riguardo agli alberi e animali e all’ambiente. Per una precisa scelta personale, il blog non prevede aspetti di cronaca nera, di vicende partitiche e di sport”.
È stato naturalmente agevole accedere al sito web di Santecchia e prendere visione della serie avvincente di argomenti e racconti scritti con efficacia e eleganza: pagine immaginarie di un libro che suscitano interesse e curiosità, anche per gli episodi del vissuto della nostra gente. Ben volentieri ho dunque inserito il blog di Santecchia nell’elenco dei miei “preferiti”. Anticipo, com’è detto nel sito, che il tutto si può riprodurre o distribuire, anche in parte: è previsto soltanto l’invio di una email all’indirizzo: enosan@hotmail.it. Un’attenzione meritoria e da non dimenticare. Buona lettura. (Vittorio De Seriis)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *