MUORE A POCHI MESI DI VITA. PER IL TRIBUNALE DI PESARO PUO’ ESSERE STATA LA CONSEGUENZA DI UN VACCINO

Secondo il Tribunale di Pesaro, la morte di una bambina di pochi mesi, avvenuta nel febbraio del 2003, può essere stata conseguenza di un vaccino. E’ stata quindi vinta la causa di risarcimento danni intentata dai genitori della piccola nei confronti del ministero della Salute. Dopo 10 anni di attesa i coniugi, la mamma un’impiegata di 45 anni e il papà un libero professionista di 46, residenti a Pesaro, potranno ottenere giustizia grazie a questa sentenza, una delle prime che riconosce la morte in culla come conseguenza di un vaccino. La bimba, di appena quattro mesi, iniziò a star male dopo un vaccino esavalente effettuato il 17 gennaio del 2003. Meno di un mese dopo, la sera del 7 febbraio, i genitori trovano la piccola morta nella culla. Da quel momento, l’iter giudiziario che ha portato, dopo dieci anni, alla sentenza di risarcimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *