SALVINI TI SALVA…

https://twitter.com/dice_pasquino
https://twitter.com/dice_pasquino

C’è da capirli i vigili urbani protagonisti del selfie leghista. Sono tempi duri a Palazzo Sforza per chi non è fedele. Pare che gli amministratori facciano pure controllare dove gli impiegati comunali mettono i like di facebook e se non ne trovano nei post sgrammaticati della Gabellieri, negli strombazzati blitz pubblicizzati da Cognigni o nei comunicati-propaganda diffusi dalla Giulietti, son guai. Perciò, anche se in servizio e contravvenendo a tutte le norme del regolamento e dell’etica professionale, gli agenti municipali si sono messi in posa per la foto ricordo con il leader leghista. Perché uno scatto con Salvini ti salva. Da tanti impicci. Altrimenti, no foto no party. Anzi, parti. E magari ti ritrovi al Cosmari, per esempio. Di questi giorni la notizia di dodici dipendenti del Comune che, senza passe-partout leghista, né santino, né tessera gradita alla destra, sono precipitati nel girone dei dannati, spostati a mansioni mai svolte, tipo lo spazzamento delle strade. E di quegli operai, una decina, che perderanno il lavoro perché il Cosmari soppianterà la loro cooperativa, ma loro e le loro famiglie sono e resteranno invisibili alla giunta Ciarapica. E allora un selfie, in divisa, e tutti a sbattere i tacchi affinché il rumore della fedeltà arrivi alle orecchie del padrone, che sennò nel giro di una vocale ti ritrovi dalla polizia alla pulizia municipale. Meglio maschere della comparsata elettorale di Salvini. Tanto, è carnevale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *