MARCIAPIEDI SPORCHI IN CENTRO. PROTESTA DEI COMMERCIANTI

Si arrangiano pulendo da solo i cestini, spazzando davanti ai negozi e sciacquando pezzi di strada. Sono i commercianti del centro costretti a fare quello che il Comune non garantisce. Così per farsi sentire dal sindaco Ciarapica e dall’assessore al decoro Cognigni hanno confezionato una raccolta di firme con un centinaio di adesioni così da convincere il Comune a muoversi e fornire quello che è un servizio basico in una città: la pulizia dei marciapiedi e dei cestini. Concetti ribaditi da Debora Pennesi, presidente dell’associazione Centriamo, che raduna i commercianti del centro e che con Teresa Biancucci, una associata e negoziante storica, hanno fatto il punto della situazione distribuendo critiche e facendo presente la delusione della categoria. Civitanova è una città in cui i commercianti e gestori dei locali pubblici stanno investendo, ma agli sforzi dei privati non corrispondono gli investimenti del servizio pubblico. Il Comune non sta facendo la sua parte con il paradosso che tocca il privato accollarsi la pulizia dei marciapiedi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *