L’UOVO DI CIARAPICA

L’uovo di Colombo è un diffuso modo di dire per indicare una soluzione insospettatamente semplice a un problema apparentemente impossibile. A Civitanova, in onore alle ultime due sortite del sindaco, è stato coniato il detto ‘l’uovo di Ciarapica’. E’ così che dopo la sconfitta al Tar sulla Ceccotti con annesso il piccolo problema di dover trovare almeno un milioncino di euro in bilancio per risarcire i privati, invece di comportarsi da sindaco e guidare la città fuori dalle secche di una vicenda urbanistica che assomiglia sempre più al buco nero nello spazio, Ciarapica esclama “è tutta colpa di Silenzi!”. Semplice no? Pure sul casino delle maxi bollette dell’acqua Ciarapica ha appena firmato una delibera in cui dice che non gli sono stati consegnati i conteggi giusti altrimenti non avrebbe votato la stangata a carico dei civitanovesi. “È tutta colpa dell’Ato!”, ha esclamato. Facile no? Basta scaricare la responsabilità su altri. Le soluzioni per Ciarapica sono sempre semplici, perfino sempliciotte, ma bastano al popolo dei social e ai media impegnati a beatificarlo. Pure quando nell’uovo di Pasqua trovano la sorpresa della cancellazione delle Frecce Tricolori a Civitanova. Dovevano esibirsi il 26 maggio. Peppe Shampo s’era pure preparato per indossare la divisa da aviere. La concomitanza con la data delle elezioni Europee ha fatto annullare l’evento. Ciarapica ha chiesto che venisse spostato al 2 giugno, ma gli hanno pacatamente spiegato che per la festa della Repubblica le Frecce svolazzano sopra l’Altare della Patria e non sopra il Donoma. E lui, senza fare una piega, ha tirato fuori dall’uovo la soluzione: “è tutta colpa dell’Aeronautica Militare!”. Auguri.
Di Robespierre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *