L’ASSESSORE CAROASSAI E LE OPERETTE

S’e’ appreso in questi giorni che nel mirabolante piano delle opere pubbliche dell’amministrazione, tra bagni pubblici e alberi abbattuti, spunta una mini rotatoria alla fine della superstrada. Lo staff di super tecnici e di espertissimi politici che ha gestito il cantiere di via Duca degli Abruzzi tra ritardi, pacchiani errori e capelli dritti di residenti e commercianti, si sta organizzando per metter le mani sulla statale. Auguri ai civitanovesi. Ci si chiede intanto che fine abbia fatto il progetto Quadrilatero, quello con la maxi rotatoria e il sottovia, interventi finanziati dallo Stato con 12 milioni in cassaforte da tre anni, sepolti nell’immobilismo e silenzio della giunta che queste due opere non le ha volute mai, perché figlie dell’amministrazione Corvatta. E se la rotatoria ristretta fosse la furbata per intestarsi una micro operetta piuttosto che digerire l’avvio del lotto della Quadrilatero con tutti i meriti da riconoscere all’odiata sinistra? Un dubbio viene. Perché dopo due anni e mezzo il sindaco è sembrato molto distratto sulla Quadrilatero, più intento a sognare di buttar giù il Polisportivo e di introdurre in città l’abruzzese Strever con quel parcheggio sotto e sopra il Varco che è sempre lì perché nessuno l’ha ancora cancellato. Il resto è poca cosa e il piatto piange. L’assessore Caroassai annuncia grandi opere ma realizza operette, vedi il flop di via Duca degli Abruzzi o l’imbarazzante ritardo con cui verrà consegnato un campetto di calcio che era solo da ricoprire con erba sintetica (sic!), insidiato da un suo valente collega che, acconciato a mo’ di Piero Angela de noantri, sproloquia intorno alla Civitanova Green e intanto fa tagliare nove splendide querce e in alternativa piantuma pali in cemento in corso Dalmazia, totem orrendi ma molto apprezzati dai cani. E’ che loro sapevano come fare e, a chi ci ha creduto, è costato un bel po’: è costato Caroassai!
Di Robespierre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *