LADRO FERITO DA UN CARABINIERE, DICHIARATA LA MORTE CEREBRALE

I medici hanno dichiarato la morte cerebrale per il ladro in fuga ferito alla testa da un colpo di pistola sparato da un carabiniere, e ricoverato nell’ospedale regionale di Torrette ad Ancona. L’uomo, non ancora identificato,è stato sottoposto ad un intervento chirurgico al cranio.

I militari, intervenuti dopo la segnalazione di un furto a Castelleone di Suasa, avevano notato nelle campagne di Ostra Vetere un suv fermo. Quando i carabinieri si sono avvicinati a piedi, l’autovettura è ripartita di colpo, tentando di investirli. A quel punto è stato sparato un colpo di pistola. Il suv comunque è ripartito e solo poco più tardi è stato rintracciato non molto distante: sul sedile posteriore c’era uno dei ladri ferito alla testa. Gli investigatori ritengono che si tratti di uno straniero, forse dell’Est europa. L’uomo sarebbe stato insieme ad altri due complici, tutti e tre impegnati in un raid ladresco nelle campagne di Ostra Vetere. Ma dopo il primo colpo qualcuno avrebbe chiamato il 112. I carabinieri, che avevano notato il suv, avevano avuto una segnalazione. Ancora tutta da ricostruire la dinamica che ha portato all’esplosione del colpo di pistola da parte di uno dei militari. Indaga la procura di Ancona, e sul posto è tornato il sostituto procuratore Mariangela Farneti, per assistere ai rilievi tecnici sul suv Mercedes, risultato rubato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *