LA GUARDIA DI FINANZA SCOPRE UN TRAFFICO DI GASOLIO DI CONTRABBANDO DALLA SLOVENIA

La Guardia di Finanza di Gorizia ha scoperto un traffico di gasolio di contrabbando dalla Slovenia all’Italia per il quale due persone sono state arrestate. Sono stati inoltre sequestrati beni per due milioni di euro, fra i quali 70.000 litri di gasolio che sono stati consegnati ai Vigili del fuoco per essere utilizzati nelle aree del Centro Italia colpite dal terremoto.
Sigilli sono stati apposti anche a un deposito a Montichiari (Brescia), un’area di 16.000 metri quadrati, due motrici e quattro rimorchi.
A insospettire le Fiamme Gialle è stata la presenza delle autocisterne su strade secondarie. I mezzi – secondo le indagini – dopo aver prelevato il gasolio in Slovenia, in una località ai confini con l’Ungheria, entravano in Italia passando dal valico di Prato alla Drava, frazione di San Candido (Bolzano), proseguendo attraverso la statale 49 fino a Bressanone (Bolzano), dove, dopo un tratto di autostrada A22, continuavano fino ad Affi (Verona)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *