LA CECCHETTI MINACCIATA E INSULTATA PER AVER CELEBRATO L’UNIONE CIVILE TRA DUE DONNE

Minacciata e insultata per aver celebrato l’unione civile tra due donne. Si è ritrovata con la messaggeria piena di parole razziste e omofobe l’assessore Cristiana Cecchetti. Sabato pomeriggio, nell’ex chiesa di San Francesco di Civitanova Alta, ha celebrato il matrimonio tra due ragazze, Arianna Apolloni di Civitanova e Mariela Gabriela Maldonado di Buenos Aires. “Sto leggendo – scrive la Cecchetti sulla sua pagina Facebook per commentare quanto le sta accadendo – parole vergognose, che impensierirebbero il Ku Klux Klan. Gli insulti che mi arrivano sulla messaggeria sono da denuncia, ma non mi può fregare di meno. Ogni insulto è una medaglia. Dopo anni di lotte per i
diritti civili ho potuto fare festa, piangere e vedere un po’ di giustizia in questo paese e il rispetto dell’articolo 3 della Costituzione. Spero che questa unione dia il coraggio a tanti di farsi aventi e rivendicare il diritto di essere se stessi. Quanto al matrimonio, è stato bellissimo, le spese luminose e gli ospiti hanno visto solo tanto amore. Ho smisurato orgoglio per essere stata con loro, aver condiviso l’emozione e l’esempio di serena e civile libertà che hanno testimoniato Arianna e Mariela”.

3 Responses

  1. Max ha detto:

    Saranno vere queste minacce?

  2. marie ha detto:

    muchas felicidades….hermosas las dos, q su amor sea eterno.!!!

  3. norma ha detto:

    Soltanto il ignoranza può parlare ma perché no dite che fa schifo che in chiesa si ssposano con vestito bianco in cinta vergogna loro sono cosi felice e io felice per loro auguri ragazzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *