INDESIT, PRESIDI DAVANTI ALLE FABBRICHE DI MELANO E ALBACINA SOSPESI FINO A DOMANI

Presidi davanti alle fabbriche di Melano e Albacina sospesi fino a domani, giorno in cui Indesit e sindacati si incontrano al tavolo voluto dal ministero dello Sviluppo economico nel tentativo di riannodare i fili della trattativa sul piano di riorganizzazione del gruppo in Italia, che prevede 1.425 esuberi e lo spostamento di parte della produzione in Polonia e Turchia. La decisione di fermare temporaneamente la protesta, in attesa dell’esito del confronto, è stata presa durante una lunga assemblea dei lavoratori. Non tutti gli operai erano d’accordo, ma alla fine è passata la linea di un segnale di stand-by all’azienda. La vertenza intanto si allarga, e coinvolge, in una catena di solidarietà, sia i lavoratori delle altre imprese metalmeccaniche del comprensorio, sia le organizzazioni dell’artigianato e del commercio. Il 12 luglio, giorno dello sciopero nazionale di tutti i lavoratori del gruppo Indesit, si fermeranno per otto ore anche le tute blu delle altre aziende meccaniche del fabrianese che lavorano per il settore del bianco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *