IL PD COMPATTO, IL COVID FIERA SOLO PER L’EMERGENZA

“Ciarapica non scarichi sul PD le sue colpe, la sua incapacità, la sua scarsa trasparenza e le sue beghe di bottega interne!” Non si è fatta attendere la reazione del Pd che in una nota a firma di Francesco Micucci – Capogruppo PD Regione Marche,
Guido Frinconi – Segretario Comunale PD Civitanova Marche,
Giulio Silenzi – Capogruppo PD Consiglio Comunale Civitanova Marche e del Coordinamento PD di Civitanova Marche, scrive:
“Mentre il percorso della Giunta Regionale e del PD sull’emergenza COVID19 e sulla realizzazione dell’Ospedale COVID alla fiera di Civitanova è stato improntato alla massima trasparenza, altrettanto non si può dire della medesima gestione da parte della sua amministrazione.
Mentre infatti il Presidente Ceriscioli e la sua giunta in questi due mesi hanno preso una serie di deliberazioni per dare risposte concrete in termini sanitari, economici e sociali sull’emergenza COVID, la giunta Ciarapica ha prodotto il nulla assoluto. A parte la gestione, peraltro disastrosa, dei €‪263.000‬ del governo nazionale (tra l’altro ad un mese ancora non sono stati utilizzati 70mila euro per le famiglie bisognose) a cui non un euro si è aggiunto dal Comune di Civitanova, non una sola delibera di risposta concreta per la città è stata partorita dal sindaco dopo due mesi dall’emergenza covid e pur avendo in cassa 9 milioni di euro inutilizzati. Una vera vergogna!
E mentre infine Ceriscioli, oltre alla specifica delibera sull’ospedale COVID della fiera, ha risposto ad una serie di interrogazioni consiliari, ha partecipato ad una commissione consiliare specifica sul tema, ha partecipato ad una serie di trasmissioni televisive per spiegare i termini del progetto, non un solo passaggio di trasparenza e democrazia è stato messo in atto dal sindaco.
Ed anche il PD regionale, col suo capogruppo Micucci, ha messo in piedi una serie di dirette FB per parlare in maniera chiara e trasparente anche del progetto Covid Hospital. Il PD LOCALE SI E’ INCONTRATO ON LINE ANCHE IERI SERA per discutere di questa e di altre problematiche della nostra città. Nel corso della riunione tutti gli intervenuti hanno ribadito il sostegno alla scelta di creare la struttura PROVVISORIA per la terapia intensiva e sub intensiva covid presso la fiera di Civitanova Marche chiedendo che la Regione ne diventi immediatamente proprietaria (con tutte le strumentazioni) contemporaneamente all’avvio dei ricoveri, visto che è stata realizzata con donazioni verso la nostra Regione per il tramite dei Cavalieri di Malta. Inoltre che venga stabilita la data finale del suo smantellamento per restituire alla città lo spazio fieristico al termine dell’emergenza.
Non un solo passaggio pubblico è stato messo in atto dall’amministrazione locale che aveva ed ha l’obbligo di informare i propri cittadini sulle evoluzioni del progetto Covid Hospital. Un progetto pensato e realizzato in pochissimo tempo per dare risposte concrete all’emergenza che è esplosa anche nella nostra regione. Un progetto che deve avere come UNICO SCOPO quello di una risposta CONCRETA, IMMEDIATA E TEMPORANEA all’emergenza COVID, come peraltro chiaramente riportato nella DGR415.
È grazie a questo impegno messo in campo dal PD civitanovese che l’ospedale civile di Civitanova Alta tornerà in breve tempo a svolgere le sue piene funzioni, verranno portati a termine i lavori del nuovo reparto di oncologia, verranno ultimati i lavori per la nuova risonanza e, finalmente, verrà avviato il progetto e la realizzazione dei due piani finora inutilizzati dell’ospedale.”
>

1 Response

  1. Carla ha detto:

    Egregi Signori, Ceriscioli è il governatore del pd.
    Non dimenticatelo MAI.
    Ha stravinto le regionali, candidato scelto e voluto dal pd.
    Come per le prossime regionali sceglieranno Mangialardi, ora sindaco di Senigallia.
    Quindi i consiglieri piddini eletti, in ogni istituzione, dovrebbero, prima di uscire sopra i giornali, parlare con il loro compagno di partito.
    Basta con queste discrasie, basta con far credere che questa cosa la vuole quello, ma non il partito e non io.
    P.s. La scelta di chiudere strutture pubbliche, la scelta di consegnare la sanità pubblica al privato, viene dalla 735, anno 2012, presidente di commissione Comi Francesco, poi segretario regionale Pd, governo regionale Spacca.
    Attuativa firmata da Ceriscioli.
    Prendetevi le vostre colpe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *