IL COMUNE PRESENTA IL CARNEVALE CIVITANOVESE. IL 3 MARZO NIENTE SFILATA CON I CARRI ALLEGORICI. CENTRO CHIUSO ALLE AUTO

Niente carri e spazio invece alle postazioni fisse con i gruppi mascherati, allestimento curato dalle associazioni e dalle parrocchie. Con una conferenza stampa che si è tenuta questa mattina in Comune, l’assessore Maika Gabellieri ha presentato il format ‘Porta in piazza la tua allegria’ e ufficializzato la notizia che già circolava da giorni: quello Civitanovese sarà un Carnevale senza carri allegorici. Una scelta dell’amministrazione comunale che domenica 3 marzo, a partire dalle 14.30, offrirà una festa alternativa, con quattro postazioni in centro dislocate in Corso Umberto dove verrà messo in scena il tema ‘Fiabe e Cartoons’, in corso Dalmazia dove il tema sarà invece ‘Il borgo marinaro’, in Piazza XX Settembre che ospiterà ‘Musica di intrattenimento per tutte le età’, infine Corso Vittorio Emanuele dove verranno allestiti eventi sul tema ‘La favola dell’arte’. Quattro luoghi tematici in cui verranno proposti gruppi mascherati da Cappuccetto Rosso e Biancaneve e i sette nani, Mary Poppins, Peter Pan, Banda Bassotti. Poi, saranno curate dall’Accademia del Primo Dialetto le scene incentrate sul mondo marinaro. Inoltre postazioni trucco per bimbi e adulti, band musicali, majorettes, spettacoli di street dance, spettacoli con il fuoco, con trampolieri e maghi, mentre la Società Operaia garantirà le frittelle e il cibo di carnevale. Il centro sara’ chiuso alle auto. Delusione in città per l’assenza della tradizionale sfilata di carri in centro, attrattiva sempre organizzata per la felicità dei bambini e che è sempre stata la principale attrattiva per attirare in città gente dai paesi limitrofi. “Il 2019 – ha detto l’assessore Gabelliri – è la data zero di un carnevale Civitanovese diverso in cui protagonisti saranno le persone. Abbiamo coinvolto associazioni, Proloco, scuole e parrocchie, un grandissimo lavoro da cui aspettiamo tanto. Certo, ci vuole coraggio per innovare, ma con la paura non si fa niente”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *