I SUGGESTIVI CONTENUTI DEL CONCERTO DELL’IMMACOLATA PRO AIDO

conterto-evidenza

Sarà difficile dimenticare i contenuti e l’atmosfera del II° Concerto dell’Immacolata organizzato, con il solito riuscito esercizio di stile, dalla sezione intercomunale di Civitanova Marche e Montecosaro dell’Aido, che si è tenuto nel teatro Annibal Caro con la completa occupazione dei posti disponibili.
Accade raramente trascorrere quasi due ore immersi nell’ascolto di brani immortali di musica, che il maestro Alfredo Sorichetti, l’orchestra del ‘700 italiano, i solisti, soprano Emanuela Torresi e la violinista coreana Sooji Kim, il Coro Polifonico Jubilate e la voce recitante di Ena Giuggioloni, hanno saputo donare alla elegante e attenta cornice di pubblico.
Una serie di brani di B. Britten, E. Grieg, la suggestiva Ave Maria dell’Otelllo di Giuseppe Verdi, anche con il dolce commento letto da Ena Giuggioloni che riferendosi a quel brano si è concluso con: “Ave Maria per noi tu prega, sempre e nell’ora della morte nostra. Amen”.
Altri momenti del concerto, il notissimo Laudate Dominun di Mozart, anch’esso cantato dal soprano Emanuela Torresi, con la partecipazione dell’orchestra e il raffinato Coro Polifonico Jubuilate, diretto dal maestro Isabella Lupi, il concerto per violino e orchestra dello stesso Mozart che ha consentito di ascoltare il virtuosismo della giovane e graziosa violinista Sooji Kim.
Brevi spazi finali di commenti all’incontro, come quello del direttore d’orchestra Alfredo Sorichetti, che ha diretto in oltre venti Paesi di Europa, America e Asia, che ha sottolineato “l’atmosfera – ha detto – di assoluta pace” che si è inteso donare al pubblico e la bellezza della musica classica”capace sempre di prenderci per mano e farci sognare”, il commento del presidente della locale struttura dell’Aido, dott. Giulio Fofi,che oltre ad esprimere il ringraziamento alle collaboratrici e agli sponsor, accennandoli tutti con evidente gratitudine, ha ribadito la bellezza della donazione di organi “che consente di continuare a vivere a chi li riceve – ha detto – e continuare a vivere con lui” e “l’abbinamento della sacralità della Madonna” a quelle che sono le finalità dell’Aido e per questo il concerto ha avuto luogo nel periodo dell’Avvento. Saluto finale del presidente del Consiglio Comunale Claudio Morresi che ha espresso la gratitudine dell’Amministrazione Comunale per quanto l’Aido porta avanti.
Per tutti, uscendo dall’’Annibal Caro, che sembra sempre più elegante e accogliente, le emozioni provate e il sorriso della riconoscenza. (v.d.s.)
Nelle foto in alto e sotto alcuni momenti del Concerto.
concerto-finale
concerto-sotto-1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *