I SIGNIFICATI DEL II° CONCERTO DELL’IMMACOLATA PRO AIDO

Il II° Concerto dell’Immacolata conclude di fatto la lodevole attività che la Sezione Intercomunale AIDO di Civitanova Marche e Montecosaro ha realizzato nel corso dell’anno, durante il quale gli obiettivi raggiunti vanno dall’aumento del numero degli iscritti, salito a 850, e a tutta una serie di iniziative finalizzate a far conoscere la bellezza della donazione degli organi che in definitiva rappresenta un omaggio di fede e solidarietà.
Proprio di questo ha parlato, nell’introdurre l’incontro, il presidente della struttura, dott. Giulio Fofi, affiancato da due delle attive rappresentanti del comitato direttivo, Paola Cesaretti e Gabriella Catini, nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta nella sede AVIS in via Buozzi, mettendo in evidenza i quarant’anni di attività che l’AIDO porta avanti nel territorio e il preciso riferimento alla coincidenza dell’evento musicale con la festività dell’Immacolata, che si celebra domenica 8 dicembre, “e ciò a significare – ha detto in estrema sintesi il dott. Fofi – il valore etico che il donatore esprime, con il suo gesto di donazione, alla vita e alla Vergine”.
Foti ha ringraziato l’Amministrazione Comunale, rappresentata nell’incontro dall’assessore alla famiglia, Comunità, Istruzione e materie ad esse collegate, Barbara Capponi, le ditte che hanno sponsorizzato il Concerto e ha ricordato anche Enrico Costantini, scomparso ieri, sempre vicino alle attività dell’AIDO, che aveva promesso la sua partecipazione all’incontro, e nei riguardi del quale ha espresso commosso un sentito: ”che Dio lo abbia in gloria”.
All’incontro presente anche il maestro Alfredo Sorichetti, che dirigerà nel corso del concerto l’orchestra del 700 italiano, che si è soffermato efficacemente sui significati del dono e della spiritualità della musica, ritenendo che l’evento concertistico, che prevede anche la partecipazione del Coro Polifonico Jubilate, “nel primo giorno dell’Avvento – ha precisato – vuole rappresentare una preghiera in musica”. Il maestro Sorichetti ha quindi puntualizzato che ad esibirsi saranno la giovane coreana Sooji Kim, al violino, e il soprano Emanuela Torresi, che abita nella vicina Morrovalle e che nel prossimo mese di febbraio si esibirà a Napoli in un importante avvenimento lirico. Originariamente era stata prevista la partecipazione del soprano Liliana Aiera. Saranno eseguite le melodie più suggestive e in sintonia con lo spirito della donazione religiosa dell’evento, di Mozart, Grieg, Verdi e Britten.
Ha concluso l’assessore Capponi che ha espresso l’orgoglio della città nell’ospitare il Concerto e la disponibilità dell’Amministrazione Comunale nel tenere sempre in debito conto le attività di AVIS e AIDO e ha condiviso ampiamente “lo spirito e le finalità che il concerto esprime”.
Il concerto si terrà domenica 1 dicembre con inizio alle 17,30 nel teatro Annibal Caro della Città Alta e considerato che il teatro può offrire una disponibilità di 250 posti, è necessaria la prenotazione, rivolgendosi, lo ripetiamo, al numero 338.1938613 (Chiara), oppure: aidocivitanova@gmail.com. L’ingresso è a offerta.
Nella foto (da sinistra): Paola Cesaretti, Alfredo Sorichetti, Gabriella Catini, Barbara Capponi e Giulio Fofi. (v.d.s.).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *