GLI APPORTI DI LIVIA BRILLARELLI E NICOLA FIORETTI NEL RICORDO DEL MAESTRO CECCHETTI

brillarelli-e-fioretti-copia

“Metti le Ali al Talento” è un progetto nato con lo scopo di promuovere il talento nella Danza Classica e Contemporanea, dando un aiuto concreto al cammino artistico di alcuni allievi selezionati nelle migliori scuole professionali italiane. Scaturito da un’idea di Laura Valenzuela (Studio Culturale Campidanza di Signa – Firenze) e di Stefania e Sabina Sansavini (Ateneo Danza di Forli) è stato realizzato grazie alla collaborazione di Fondazione Spazio Reale e CSI (Centro Sportivo Italiano) di Firenze e al contributo finanziario ottenuto dall’Istituto per il Credito Sportivo.
L’evento che si è svolto presso la bellissima struttura polivalente “Fondazione Spazio Reale” di Campi Bisenzio (FI), che ha messo a disposizione un teatro da mille posti, ha avuto il prestigioso supporto dell’Etoile Carla Fracci, icona della danza italiana e nel mondo, la quale è intervenuta premiando i solisti selezionati dalle scuole: Ateneo Danza, Ballet Center, Dance Studio, Domus Danza, Il Balletto Castelfranco Veneto, New Studio Accademico e Venezia Balletto.
Prima dello spettacolo finale organizzato dalle scuole citate che hanno messo in campo oltre i premiati, anche gran parte dei loro allievi, vi è stata una conferenza tenuta da Livia Brillarelli, Carla Fracci e Beppe Menegatti sul maestro Enrico Cecchetti, conferenza che ha messo in luce tutti gli aspetti fondamentali del grande maestro: dalla dinastia alla biografia, allo stile di vita ed al carattere, alla formazione del territorio civitanovese e marchigiano, alle esperienze teatrali e metodologiche vissute in Russia, con i Balletti Russi di Diaghilev, in Inghilterra ed alla Scala di Milano.
Sono state sottolineate in modo particolare le innovazioni teatrali apportate da Enrico Cecchetti sia dal punto virtuosistico che mimico, che metodologico. Alla fine della conferenza-dialogo, Livia Brillarelli ha proiettato 63 foto della dinastia Cecchetti. La conferenza è stata molto apprezzata sia dai ragazzi che dai loro maestri, i quali hanno ascoltato con il massimo dell’attenzione, riservando ai tre interpreti un fragoroso applauso finale.
Tra i doni ricevuti da Carla Fracci e Beppe Menegatti particolarmente graditi sono stati: il libro di Elena Cecchetti con dedica, nipote di Enrico, sul Maestro del Balletto Russo, i libri pubblicati da Livia Brillarelli sul grande Maestro, e i dipinti di Nicola Fioretti, pittore civitanovese, uno inerente il mare di Civitanova Marche intitolato: “La città dei Cecchetti” (particolari nella foto), ed un altro sulla danza intitolato: “Il mio Enrico Cecchetti”. In queste tavole, Fioretti, attraverso i colori riesce, come sempre, a descrivere l’essenza del racconto sul quale intende soffermarsi, come lo scorrere di pensieri che non sono di parole, ma di segni e di spazio. (Vittorio De Seriis)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *