GIUNTA… DECIDE ANCONA

Per settimane i quotidiani hanno scritto “e’ tutto fatto”. E ancora, la domenica dopo il voto ci sarà l’annuncio della giunta, poi le ferie nel Cilento e Civitanova può aspettare.
Meglio godersi i bagni nel bel mare campano o le degustazioni di cacioricotta del Cilento, tanto appena torna ha tutto definito ci mancano alcuni dettagli ma “siamo uniti e entusiasti di iniziare subito”.
Ancora una volta non era vero nulla. Ci sono problemi grossi tanto che a Civitanova non sono capaci di fare sintesi e allora la città è sotto scacco di Ancona.
Sono passati ormai 20 giorni e ancora il Sindaco Ciarapica non ha nominato la giunta e siamo alla vigilia dell’insediamento del Consiglio Comunale e all’ordine del giorno c’è oltre alla convalida degli eletti, l’elezione del Presidente del Consiglio con voto segreto e se ne vedranno delle belle come 5 anni fa con Morresi. Poi la presentazione della giunta, una giunta che ad oggi non esiste perché i Fratelli d’Italia avanzano pretese che Ciarapica difficilmente riuscirà a soddisfare altrimenti gli salta tutto il già precario equilibrio: tre assessori in giunta perché Belvederesi deve fare l’assessore esterno così hanno deciso i Fratelli d’Italia che non vogliono rinunciare alla Capponi e a Caldaroni.
Dopo giorni di incontri andati a vuoto a Palazzo Sforza perché la sintesi non è stata trovata ora tutto passa a Palazzo Raffaello in Ancona. Cosa mai successa prima. I partiti decideranno le sorti di Civitanova attorno a un tavolo al quale le civiche non sono state invitate, anche questo singolare come se esistessero i voti di serie A e i voti di serie B.
I partiti faranno la voce grossa e vedremo chi la spunterà, se Belvederesi riuscirà a fare l’assessore contro tutto e tutti ma “era solo un dettaglio”…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *