PROSEGUONO LE ATTESTAZIONI DI SOLIDARIETÀ NEI CONFRONTI DI SILENZI

nor
nor

Da ART. UNO RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

“ART. UNO condanna nettamente quanto avvenuto durante i lavori dell’ultimo Consiglio Comunale di Civitanova Marche, nei confronti dei rappresentanti delle forze politiche di opposizione ed in particolare del consigliere Giulio Silenzi che ha prospettato l’intenzione di procedere ad una denuncia per essere stato insultato, con il chiaro intento di impedirgli di svolgere la sua funzione, da parte di una persona appartenente alla destra cittadina, che assisteva ai lavori e li aveva disturbati ripetutamente mentre si esprimeva l’opposizione.
Si è voluto impedire l’esercizio di una libera discussione disturbando gli interventi dei consiglieri di opposizione con metodi inaccettabili dal punto di vista democratico, violando i fondamentali diritti costituzionali; ciò è avvenuto senza che chi di dovere e precisamente il Presidente del Consiglio Comunale si attivasse per garantire il giusto esercizio dell’espressione democratica, mentre il Sindaco evitava di intervenire e nonostante la presenza della polizia Municipale che interveniva blandamente.
A prescindere dagli eventuali accertamenti di responsabilità penali, ART.UNO richiede l’attenzione della popolazione cittadina sulla gravità dell’accaduto che non può passare nell’indifferenza generale.
E’ necessario sconfiggere il clima d’odio e gli atteggiamenti in aperta violazione della libertà di espressione che la storia ha già condannato per quanto avvenuto un secolo fa, che ha prodotto regimi i quali hanno condotto il nostro paese e tutta l’Europa a disastri incalcolabili, per i milioni di vite perse e per le condizioni di subordinazione economica che ancora stiamo pagando.”

DAL SEGRETARIO DEL PD DI CIVITANOVA GUIDO FRINCONI RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO:

“Il Partito Democratico di Civitanova nell’esprimere la piena solidarietà al Consigliere Giulio Silenzi per gli insulti e le intimidazioni subìte durante la seduta del Consiglio comunale del 5 settembre scorso da parte di un soggetto del pubblico di dichiarata militanza nel partito del Sindaco, Vince Civitanova, condanna la pessima gestione della seduta del presidente del consiglio Morresi che, solo dopo l’alzata di scudi da parte degli altri consiglieri di minoranza Ghio e Mei, ha fatto allontanare il soggetto in questione dall’aula, assistendo invece, durante la seduta, del tutto passivamente alle esternazioni nei confronti del consigliere Silenzi che stava svolgendo le sue funzioni istituzionali. Il Partito democratico, oltre alla condanna istituzionale, politica e morale di quanto accaduto, esprime grande preoccupazione per l’atteggiamento del sindaco, della giunta e di alcuni consiglieri di maggioranza che, anziché censurare questi inaccettabili comportamenti, hanno mostrato atteggiamenti intollerabili di ilarità per gli insulti che venivano pronunciati verso il nostro Consigliere. Tutto ciò costituisce un attentato alla democrazia ed alle sue istituzioni, attraverso le quali i cittadini vengono rappresentati. Il Partito Democratico ritiene insufficiente e financo offensiva la presa di posizione del sindaco che, non solo giustifica il comportamento antidemocratico ed indimidatorio del militante all’interno di Vince Civitanova, ma addirittura cerca di cambiare le carte in tavola, rendendosi in questo modo complice di atteggiamenti inaccettabili.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *