FINISCE IN COMA DURANTE IL PARTO, INDAGATA UNA ANESTESISTA DELL’OSPEDALE DI CIVITANOVA

La Procura ha chiuso le indagini sulla vicenda di una giovane madre d’origine dominicana che dopo il parto avvenuto all’ospedale di Civitanova era finita in coma riportando danni gravissimi.

Sotto accusa una anestesista dell’ospedale di Civitanova a cui viene contestato il reato di lesioni personali colpose.

La vicenda risale al 10 maggio dello scorso anno quando la donna di 36 anni aveva dato alla luce un bambino all’ospedale di Civitanova.

Sottoposta ad una anestesia totale, la donna ha avuto una carenza di ossigeno in fase di anestesia ed è entrata in coma. Il bambino è nato sano ma la mamma dopo quel giorno non ha più ripreso una vita normale e ha riportato danni gravissimi.

In seguito alla legge sul terremoto, il procedimento è sospeso sino al 31 luglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *