FINCHE’ VEDRAI SVENTOLAR BANDIERA GIALLA…

bandiera-gialla

E’ bastato un week end in Romagna, una vacanza alla piada, per trasformare il Ciarapica paladino dei diritti dei residenti contro la movida nel Ciarapica jeje’. Sarà che lui e la sua corte non perdono un solo appuntamento mondano, fatto sta che la vita della notte adesso piace al sindaco ed è, anzi, additata come elemento irrinunciabile del Pil cittadino. No alla città dormitorio e’ il mantra della destra, che pare calata da Marte perché Civitanova una città dormitorio non lo è stata mai, e mai lo sarà. Ma, siccome il sindaco è il primo dei marziani, rientrato dal riviera riminese (come un bambino che per la prima volta mette piede a Disneyland) si è sentito in dovere di farcelo sapere e di indicarci quale è la strada da seguire per lo sviluppo turistico. Una uscita originale non c’è che dire! Solo che della verve romagnola Ciarapica non ha colto ciò che la rende vincente nel mondo: la programmazione. A Palazzo Sforza sono infatti un tantino in ritardo rispetto alla riviera e non solo. Addì, 10 giugno, e’ ancora sconosciuto il cartellone estivo. Civitanova, che era la regina della costa maceratese e picena, quest’anno arriva ultima. Nulla si sa delle serate in piazza, gli ospiti di Popsophia sono un mistero, il Varco sul mare e’ nel frattempo diventato un parcheggio e quello che non manca e’ invece la sporcizia, che prolifera in centro e periferia. Ma, male che vada sui pennoni delle spiagge, accanto alla Bandiera Blu, Ciarapica farà issare la Bandiera Gialla e tu saprai che qui si balla…
Di Robespierre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *