FESTA ROSSOBLU DELLA CIVITANOVESE CALCIO

civitanovese-bandiere-rossoblu

Prima dell’inizio dell’ultima gara di campionato della Civitanovese Calcio, fresca vincitrice del Girone C di Prima Categoria, che si terrà sabato 19 maggio alle ore 16.30 contro il Fiuminata, sfileranno tutti i giocatori e i tecnici del Settore Giovanile rossoblu. Appena terminerà la gara, avverrà, invece, la presentazione del neo responsabile tecnico del Settore Giovanile, Catello Cimmino, e del responsabile organizzativo dello stesso, Gianluca di Giacomi. A seguire, DJ set e stand gastronomici per tutti i presenti all’incontro tra Civitanovese e Fiuminata. I prezzi dei biglietti sono i seguenti: 8.00 € per la tribuna, 5.00 € per la gradinata.
Come abbiamo avuto modo di accennare, Catello Cimmino è nato nel 1965 a Castellammare di Stabia e ora risiede a Porto D’Ascoli. Calcisticamente è cresciuto nelle giovanili del Milan ed è stato un punto di riferimento della difesa nei rossoneri quando vinsero una Coppa Italia Primavera. Ha giocato con il Milan, è stato in forza all’Ascoli nell’anno in cui salì in serie A e una volta appese le scarpette al chiodo è stato manager della Sambenedettese e responsabile del settore giovanile dell’Ascoli. Inoltre fece parte della formazione del Milan che sostenne una gara amichevole al Polisportivo contro la Civitanovese (allora retrocessa dalla C1 e volenterosa di ritornare per la terza volta in quella categoria, ma venne sconfitta nello spareggio promozione contro il Fano). Correva il 19 agosto 1984, stadio gremitissimo e persone sedute sulla pista: il risultato finale fu di 1-3. Cimmino ha già avuto vari momenti d’incontro con lo staff tecnico delle giovanili rossoblu, compiacendosi per l’ottimo campionato portato avanti dalla formazione Juniores e delle categorie minori. Le sue idee sono chiare: massima collaborazione con tutti e un impegno generale di professionalità al fine di creare un ambiente dove i ragazzi possano crescere calcisticamente, divertendosi. Cimmino ha svolto questo ruolo da professionista: a Centobuchi, in Ascoli, a San Benedetto e in ultimo a Montegranaro con la Veregrense.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *