EX ALLIEVI/E DI DON BOSCO: IL COVEGNO ANNUALE

Puntuali come sempre e nel più cordiale clima di fraterna amicizia gli Ex allievi/e dell’unione di San Marone di Civitanova Marche hanno partecipato alla 24.a edizione del loro convegno annuale, organizzato con la massima attenzione, riguardo la pandemia in atto, dal presidente Olindo Iualè e dal segretario Gianfranco Palmieri, per cui l’incontro si è svolto nella sede del teatro Conti che la Parrocchia ha messo a disposizione. Presenti il parroco don Waldemar Niedziolka, il delegato salesiano dell’unione, don Giuseppe Bogatto, e l’ex presidente della federazione ispettoriale, Bernardo Cannelli.
Un convegno che oltre a mettere a fuoco i risultati e l’impegno del gruppo dirigente dell’unione, ha rappresentato un festoso momento di riconoscimento per il 75° anno di professione cattolica del coadiutore salesiano della parrocchia civitanovese, Pasquale Orlandi.
Naturalmente, iniziale preghiera e il canto “Padre Maestro”, poi il benvenuto affettuoso del parroco, don Waldemar, che nel porgere il ringraziamento agli ex allievi/e per la disponibilità che pongono nella conduzione della vita parrocchiale, “nella quale, come ha riferito l’ispettore dell’Italia Centrale, don Stefano Aspettati, – ha detto – il clima è uno dei più belli e luminosi dell’Ispettoria. Continuate così!”. Parole di gratitudine anche da parte del delegato salesiano, don Giuseppe, che mette da tempo a disposizione degli ex allievi, con riunioni serali, il suo sapere sull’esempio e l’insegnamento di don Bosco.
Il presidente Iualè, ha portato il saluto del presidente nazionale dell’Unione, ing. Giovanni Costanza, impossibilitato a intervenire, che è già stato a Civitanova Marche in un’altra riunione, e nel citare gli impegni portati avanti nella vita parrocchiale nei vari momenti di festa, ha auspicato di rendere più nutrita la rappresentanza degli ex allievi del luogo, accogliendo i giovani che crescono nell’Oratorio e con evidente soddisfazione ha consegnato il tesserino di affiliazione a due di loro, Marta Ciccarelli e Roberto Muzi, che entrano a far parte della famiglia degli ex allievi. Con evidente commozione Iualè ha ricordato i recenti scomparsi, Claudio Ripa, personaggio storico della vita parrocchiale Sam Marone, e Luigi Cerolini.
Festeggiatissimo l’ex presidente della Federazione Ispettoriale. Cannelli, marchigiano, che è stato sempre vicino all’attività salesiana di San Marone e nel suo messaggio di saluto ha ricordato con profonda commozione lo scomparso Claudio Ripa, dal quale, a livello nazionale, spesso insieme, e locale, è venuto un grande contributo di crescita religiosa.
Conclusione con il saluto e i ricordi del coadiutore Pasquale Orlandi, che porta splendidamente bene i suoi 91 anni, che ha tracciato il lungo percorso della sua vita di religioso laico e che lo ha visto presente in tante realtà salesiane di varie città italiane e che continua a portare avanti nella parrocchia di Sam Marone il suo contributo di operosità.
Mesa conclusiva, officiata da don Giuseppe, riservata solo agli ex allievi/e e i loro familiari, nel santuario di San Marone in un clima di profonda fede e d’impegno nel portare avanti un vita di fratellanza e di pace. (v.d.s.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *