ESPOSTO IN PROCURA PER IL VARCO SUL MARE

Inviato un esposto alla Procura della Repubblica, da parte dell’ex Sindaco Corvatta e della sua lista Futuro in Comune con Cristiana Cecchetti e Nicola Lelli, per segnalare possibili anomalie e risvolti penali della delibera n.256 dello scorso 27 giugno.

Si parla della famigerata e discussa delibera che prevede la costruzione di parcheggi sotto e ai lati del Varco sul Mare che prevede come contropartita la gestione e gli incassi per 35 anni di tutta la zona blu a pagamento che passerebbe dagli attuali 500 a 1742 stalli: il progetto della ditta Strever che sta animando la discussione politica da questa estate e contro il quale sono state raccolte dal comitato “Amici del Varco” ormai più di 3 mila firme.

Nell’esposto si denuncia la violazione dell’accordo di programma tra l’Amministrazione Comunale e la Regione Marche, definito in occasione dell’atto di cessione dell’area di cui la Regione era proprietaria, accordo che prevede dei vincoli di destinazione urbanistica per 20 anni: nello specifico è fatto divieto di realizzare parcheggi, sotto o in superficie, nelle particelle 937, 938 e 983 del catasto urbano , proprio l’area dove insiste il progetto Strever dove gli interventi si devono limitare a riqualificazione e creazione di piazze, giardini e zone pedonali.

Mentre, sempre nell’accordo stilato con la Regione, si prevedono parcheggi anche sotterranei ma nelle aree circostanti.

Il vincolo di destinazione, deliberato nel 2016, contrasta quindi con il progetto della ditta abruzzese e renderebbe illegittimo anche l’attuale parcheggio nella parte a nord del Varco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *