ERA INCAPACE DI INTENDERE E DI VOLERE LA DONNA CHE HA UCCISO IL PICCOLO SIMONE

Debora Calamai, la mamma di San Severino Marche che la vigilia di Natale uccise il figlio tredicenne, Simone Forconi, con nove coltellate, al momento del delitto era incapace di intendere e di volere. E’ la conclusione cui è giunto il prof. Gabriele Borsetti, psichiatra dell’Università Politecnica delle Marche, che ha eseguito la perizia, secondo cui la donna è anche socialmente pericolosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *