ELEZIONI REGIONALI, UNA LISTA RIFORMISTA A GUIDA SOCIALISTA

Si è svolta nei giorni scorsi la riunione della direzione provinciale del Psi di Macerata, nella quale è stata unanimemente riaffermata l’urgente necessità di costruire la lista riformista a guida socialista per le elezioni regionali, insieme con i Movimenti civici, diffusi e presenti su praticamente tutto il territorio regionale, i Verdi, agli ambientalisti ed alle altre forze della sinistra disponibili così come deliberato dal congresso regionale e dall’ultimo direttivo del partito. Approvato con voto unanime un documento che verrà inviato a tutti gli organi del Partito delle Marche e Nazionale. No al terzo mandato del presidente ed una salda guida socialista per una lista di Alleanza Riformista con Civici e Verdi che abbia l’ambizione di diventare il principale alleato alla sinistra del PD in una coalizione in cui ci sia anche una lista di moderati, giudata dall’Udc, ma senza il “pasticcio malriuscito” di Marche 2020. I socialisti maceratesi lavoreranno per dare contenuti programmatici a questo tipo di coalizione e ne saranno protagonisti.Per la scelta del candidato presidente, che a questo punto non può che essere condiviso, si rappresenta la utilità della valorizzazione di personaggi dell’area democratica e riformista della provincia di Macerata e/o comunque del sud delle Marche riprendendo un filo che si è interrotto quasi 40 anni fa con la presidenza dell’on. Adriano Ciaffi.
I socialisti hanno la possibilità di tornare a svolger eun ruolo importante in una regione dove la tradizione di governo socialista ha segnato, in maniera non confutabile, i momenti di maggiore progresso, di sviluppo e di benessere per la popolazione marchigiana. Dinanzi a tali ambiziosi ma possibili obiettivi, nessuno si attardi con… veti cretini o patti leonini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *