DERUBATA IN CASA A CIVITANOVA, SCOPERTO L’AUTORE. SI TRATTA DI UN PARENTE

carabinieri_auto27116Si accorge di aver subito un furto in casa e si rivolge ai Carabinieri della Stazione di Civitanova Marche. Nel presentare la denuncia alle idiomatiche domande del quando e come potessero essere entrati i ladri, la donna mostrava perplessità: si era accorta che le mancava l’oro di famiglia, non aveva trovato segni di forzatura agli infissi, e non sapeva temporizzare quando l’ignoto malfattore si fosse potuto introdurre.
Il sopralluogo dei militari della Stazione di Via Carnia confermava l’assenza di segni di scasso e rimaneva indecifrato il giorno in cui si era verificato il furto. Era stato rubato solo oro e, sulla scorta delle puntuali descrizioni dei monili fornite dalla vittima, senza alcun indugio i due carabinieri di quartiere della Stazione di Civitanova si ponevano alla ricerca di quegli oggetti nei vari negozi di compravendita di preziosi della città. Una sorta di corsa contro il tempo perché, qualora il furto fosse avvenuto da diversi giorni, non si sarebbe rintracciato l’oro prima della messa in fusione. Ma lo zelo e la speditezza degli accertamenti dei carabinieri di quartiere riuscivano a rintracciare il negozio dove era stato versato il “bauletto di preziosi” della donna. Rispondevano alla descrizione della vittima e veniva subito attuato il sequestro di quell’oro, pronto per la fusione perché stavano decorrendo i termini al compratore.
La vittima riconosceva integralmente quei monili che le venivano esposti negli uffici della Caserma Piermanni. Poteva presentare istanza di dissequestro e la restituzione veniva effettuata, su disposizione della magistratura, dagli stessi carabinieri civitanovesi. Poteva rientrare in possesso di alcuni oggetti che custodiva gelosamente, come ricordi di famiglia, con il rammarico di aver scoperto di essere stata derubata proprio da un familiare.
Identificato l’uomo che aveva versato l’oro al negozio: è un giovane di Civitanova Marche, attualmente disoccupato, parente stretto della padrona di casa. Non abitava con lei ma, periodicamente, frequentava l’abitazione. Sulla scorta delle puntuali indagini dei carabinieri di Civitanova Marche, è indagato dalla Procura della Repubblica di Macerata per il reato di “ricettazione”.
Nessuna irregolarità è stata riscontrata al negozio di compro oro che aveva ottemperato puntualmente a tutte le procedure previste dalla normativa vigente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *