CONVALIDATO L’ARRESTO PER L’IMPRENDITORE DI CASTELFIDARDO ACCUSATO DI AVER UCCISO UNA SQUILLO

Resta in carcere Carlo Orlandoni, il 34enne imprenditore di Castelfidardo accusato di aver ucciso a coltellate la squillo romena Adriana Simion a Numana lo scorso 7 aprile. Lo ha deciso il gip accogliendo la richiesta del pubblico ministero e quindi sciogliendo la riserva dopo l’udienza di convalida dell’arresto. La decisione é motivata dal pericolo di inquinamento delle prove. L’uomo é accusato di omicidio volontario aggravato per aver ucciso la 26enne prostituta al termine di una furiosa lite scoppiata per motivi di denaro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *