CONTRO L’ATLETICO GALLO SOLO UN PARI (0-0) E JUNIORES ROSSOBLU ESCE DI SCENA

Civitanovese: Schiavoni, Morbidoni, Cervellini, Olivieri, Mosca (32′ st Domenella), Vallesi ( 23′ st Vella), Silla, Cantello ( 16′ st Martorella), Seferi, Rapagnani (44′ st Salvati). A disp.: Monina, Perta, Lelli. All. D.Fontana.
Atletico Gallo: Cappuccini, Ledva, Albertini ( 10′ st Tarini), Paoli, Sensoli, Liera, Cocchi, Stambolliu ( 26′ st Vegliò), Sullejmani, Feduzi, Nesi ( 19′ st Donini). A disp.: Conti, Della Betta, Bucci, Saltarelli. QAll. M. Della Betta.
Abitro: Tassi di Ascoli Piceno.

Com’era stato più volte detto, il pareggio avrebbe premiato l’Atletico Gallo in virtù della migliore differenza reti e così è avvenuto a conclusione di una partita abbastanza vivace e che ha visto premiata la formazione pesarese che ha potuto impostare la gara all’insegna di una robusta difesa e cercare nelle ripartenze gli affondo. Si è giocato alla presenza di varie centinaia di sportivi, almeno 300 di cui una cinquantina al seguito della squadra ospite e palese alla fine la delusione dei tifosi di casa, compresi il presidente Giuseppe Cerolini, il vice presidente Antonio Cardinali e il d.g. Mario Cerolini, e naturale gioia degli ospiti. In termini di occasioni, sicuramente qualcuna in più per la squadra di Della Betta che ha addirittura fallito un calcio di rigore per la bravura del portiere di casa, sicuramente fra i migliori in campo. ( Nel ritaglio della foto Schiavoni porta la maglia n.12)
Civitanovese aggressiva sin dall’inizio e dopo appena qualche manciata di secondi Silla sfiora il palo destro della porta ospite. Il contropiede dell’Atletico Gallo comincia a funzionare subito e al 6′ era il n. 7 Coccia a tentare un affondo con una conclusione debole che non crea problemi a Schiavoni. Il portiere rossoblu si esibiva in alcune ottime uscite per fermare gli affondo ospiti. Attorno al 38′ la Civitanovese, che aveva fallito poco prima una grossa occasione con Seferi, usufruiva di cinque calci d’angolo consecutivi dai quali non veniva nullo di concreto. Nella ripresa le solite ripartenze degli ospiti e qualche tentativo dei padroni di casa come al 24′ quando c’era un fallo su Seferi al limite dell’area ospite ed era lo stesso attaccante a battere la punizione non in modo irresistibile per cui Cappuccini poteva fermare agevolmente. Al 39′ tentativo di Rapagnani su punizione, anche questa volta dal limite, con una conclusione centrale. Al 43′ il n. 17 Vegliò subiva fallo in area rossoblu e al rigore si presentava il “mancino” Paoli, ottimo tiratore, ma Loris Schiavoni era più bravo di lui e respingeva a terra. Finale infuocato dei padron i di casa che avevano al 44′ un’altra grossa occasione per Seferi che aveva fatto sperare nel vantaggio in extremis, poi era tutta festa per gli ospiti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *