CIVITANOVESE, SILENZIO ASSOLUTO.

Non è stato quello di oggi per la Civitanovese il consueto inizio di attività che normalmente coincide con il martedì, come peraltro sta accadendo ormai da qualche settimana. Nessun segno di vita in campo e nella sede di via Martiri di Belfiore 147/A e in quella di corso Garibaldi 308: per la verità sul prato del Polisportivo c’era l’addetto al campo Pierino Doria con il suo inseparabile tagliaerba e attorno alle 15 si è fatto vivo anche Giorgio Carrer che sfidando il vento gelido di maestrale è giunto allo stadio in bicicletta. Il vento e la temperatura assolutamente non primaverili hannotenuto lontano anche il gruppetto di super tifosi che abitualmente sostano dinanzi al cancello dello stadio, per commentare le notizie del giorno. Silenzio assoluto e spogliatoi rigidamente chiusi, come si vede nella foto, e a parte la notizia che ha diffuso il sito della Civitanovese dell’inserimento di Nicolas Bensaja, classe 1995, il mediano rossoblu che ha fatto parte della rappresentativa nel Torneo di Viareggio, fra i giovani di maggior spicco del girone, nella stagione che sta per concludersi, non ci sono altre novità ufficiali, se non tutta una serie di notizie su quelli che possono essere i destini della società, che praticamente non esiste più. E in questi giorni il testo delle NOIF, acronimo delle norme organizzative interne della FIGC, sono al centro di tutta una serie di valutazioni. In particolare si legge e si rilegge l’art. 16 che si occupa della “Decadenza e revoca della affiliazione”, laddove è specificatamente detto che costituiscono gravi infrazioni all’ordinamento sportivo e quindi determinano la decadenza e revoca dell’affiliazione varie situazioni fra le quali: c) la reiterata morosità nei confronti di enti federali, società affiliate e tesserati (giocatori e tecnici), oppure in caso di dichiarazioni e/o accertamento giudiziale da parte del presidente federale dello stato di insolvenza della società interessata. Nell’uno e nell’altro caso, sono necessari percorsi che non hanno l’immediatezza ipotizzata da alcuni osservatori. Si riuscirà ad andare avanti così? Il fine settimana prevede partite interne sia per la Juniores, contro il Rimini che per la Civitanovese, anch’essa in casa ma contro la Jesina. E dopo?
Intanto, c’è da prendere atto che la formazione di Paolo Morresi che partecipa al Campionato Nazionale Juniores, continua regolarmente il suo lavoro, nonostante le difficoltà societarie. La squadra si è regolarmente allenata questo pomeriggio in quanto l’attendono due prove impegnative: la prima sabato in casa contro il Rimini, quarta in classifica, e il sabato successivo sarà di scena a Recanati. La Civitanovese Juniores al momento è quinta a pari merito (punti 43) con la Vis Pesaro, ma solo una delle due proseguirò nei play off. Forza ragazzi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *