CIVITANOVESE-JESINA:FINORA NESSUN “DASPO”. SABATO DUE INTERESSANTI ANTICIPI. JACONI SALTA IL DEBUTTO

image88Tutto tace sul fronte delle limitazioni sull’accesso dei tifosi alla gara Civitanovese-Jesina di domenica, tenendo presente che proprio in occasione dell’incontro dello scorso campionato fra le due formazioni, che si disputò la quarta giornata del girone di andata, i tifosi jesini sono rimasti a casa, fatto che suscitò delle giustificate proteste in quanto ogni limitazione sull’accesso dei tifosi si traduce in un danno sia agli effetti dello spettacolo, sia in quello economico. E considerate le difficoltà che un po’ tutte le società si trovano a dover fronteggiare, quello di limitare la partecipazione di tifosi o applicare il drastico criterio delle porte chiuse, piuttosto ricorrenti nella passata stagione, è un forte danno economico. C’è però da fare una considerazione e cioè che i cosiddetti “daspo” (divieto di accesso alle manifestazioni sportive), sono la conseguenza di comportamenti di tifosi che vanno al di là di quello che può essere un festoso incitamento ai propri colori. Raccomandazioni in tal senso sono state fatte anche alla presentazione della squadra da parte di Osvaldo Jaconi, che di esperienza ne ha davvero tanta, perciò il tifo deve rimanere entro quelli che sono gli ambiti di sportività.
Può essere che essendo la gara di inizio del campionato, non ci sono precedenti scabrosi che possano far sorgere dei sospetti alle autorità preposte all’ordine pubblico, questura in prima battuta e prefettura in seconda, e perciò tutto dovrebbe svolgersi regolarmente con il tutti i settori del Polisportivo ben coloriti di striscioni e bandiere delle opposte tifoserie. Il calcio, del resto, non avrebbe senso, se non ci fosse l’apporto delle tifoserie. Speriamo, dunque, bene.
Intanto c’è da prendere nota che la prima giornata ha due interessanti anticipi: il primo, alle ore 15, Termoli-Maceratese sarà trasmesso su Raisport 2, il secondo, Matelica-Amiternina, avrà inizio alle ore 16, questo in considerazione al fatto che a Scoppito, paese di riferimento dell’Amiternina, domenica è festa cittadina, per cui è di conseguenza un’occasione che ha precedenza su tutto.
Nella Civitanovese non ci dovrebbero essere delle assenze di giocatori per squalifica: il condizionale è d’obbligo perchè la società rossoblu sta cercando di appurare se tutti i nuovi giocatori non abbiano pendenze di squalifica nella passata stagione. Sarà, invece, assente Osvaldo Jaconi, il quale deve scontare una giornata di squalifica in quanto nella straordinaria finale di Sassari della passata stagione, alla guida del Montegranaro, finita 2-2, dopo il successo per 1-0 dell’andata, uscì per un attimo dall’area tecnica della panchina e ciò gli costò l’espulsione e un turno di squalifica. Peccato, ma sua presenza in campo si avvertirà comunque.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *