CIVITANOVESE IMPECCABILE A GIULIANOVA: 0-1. IL SINDACO CORVATTA E GLI ASSESSORI BALBONI E CECCHETTI VICINI ALLA SQUADRA

Sindaco, Assessori, Bresciani e Rita

GIULIANOVA (4-2-3-1): Falso, Testoni, Sciamanna, Raparo, Ferrante, Calabuig, Mariani, Esposito (4’ st Nassi), Romano (23’ st Valdes), Indelicato, Rosafio (14’ st Del Bene). (A disposizione: Merlini, Ursini, Ciminà, Recchiuti, Censori, Gaetani, Valdes, Nassi). Allenatore Francesco Giorgini.
CIVITANOVESE(4-2-3-1): Silvestri, Ficola, Mioni, Bensaja, Aquino, Cossu, Forgione, Ferrini, Amodeo (34’ st Massaccesi), Degano (41’ st Biagini), Pintori (16’ st Ruzzier). (A disposizione: Macellari, Giovino, Camerlengo, Morbiducci, Mengali, Margarita). Allenatore Antonio Mecomonaco.
ARBITRO: Gabriele Citarella di Matera. (Francesco Gentileschi di Terni – Leonardo Primieri Granieri di Perugia).
RETE: 15’ Amodeo (C).
NOTE: temperatura intorno ai 20°; spettatori circa 500, vietata per ordine pubblico la rappresentanza ospite; ammoniti Raparo, Mariani, Colabuig (G), Ferrini, Cossu, Mioni (C.) ; espulso Ficola al 30’ st per doppia ammonizione.. Recuperi 0,5’.
Giulianova – La Civitanovese incasella la seconda vittoria esterna e superando il Chieti che impatta in casa con il S.Nicolò si porta al quarto posto della classifica. Un vertice di graduatoria che al momento parla marchigiano dal momento che le prime quattro posizioni sono occupate da Maceratese ( 20 punti), Sambenedettese (17), Matelica (16), Civitanovese 15.
Con il gol messo a segno oggi, Amodeo porta a 8 le reti finora messe a segno che gli condsdente di guidare la classifica dei marcatori del girone F della serie D. Non è stata una passeggiata quella di Giulianova, come del resto si prevedeva, dal momento che il nuovo allenatore, Giorgini, aveva portato una buona dose di entusiasmo. Dal film della gara solo gli episodi più importanti. Inizio vivacissimo e la Civitanovese non si tira certamente indietro, anzi la tattica offensiva dei padroni di casa agevola le sue riupartenze: 15’ su un cross di Ficola il difensore centrale Ferrante ha un’indecisione che consente ad Amodeo di concludere con un sinistro micidiale: niente da fare per l’ex rossoblu Falso. Da quel momento un’alternanza di azioni non crea vistosi problemi ai due portieri. Nella ripresa Giorgini è costretto a dare più peso al suo potenziale offensivo e al 4’ il nuovo entrato Nassi impegna severamente Silvestri che se la cava davvero bene. Mecomonaco a quel punto inserisce Ruzzier per cercare di avere un trequartista capace di retrocedere e nel finale, per sopperire all’espulsione di Ficola al 30’ per doppia ammonizione e per contenere la disperata ricerca del pari dei padroni di casa inserisce dapprima Massaccesi e poi Biagini, che subentrano rispettivamente ad Amodeo e Degano, e con la difesa blindata i rossoblu concludono vittoriosi l’incontro nonostante il prolungato recupero di cinque minuti che non passavano mai.
Due annotazioni finali: la presenza in tribuna del sindaco Corvatta e degli assessori Balboni e Cecchetti, com’era stato annunciato e che hanno sicuramente dato morale alla squadra penalizzata dalla mancanza dei propri sostenitori, oltre a quelle del dg Bresciani e del dirigente Domenico Rita. Ai supporter di casa il plauso per aver affisso uno striscione contro il provvedimento restrittivo applicato a danno dei sostenitori ospiti di questo tenore: “ Senza rivali non c’è partita, trasferte libere”. Una riflessione garbata e che fa onore alla tenace tifoseria giuliese con la quale i nostri tifosi hanno sostenuto, soprattutto in C2, sfide memorabili.

2 Responses

  1. pamy ha detto:

    Questa è una bellissima squadra! !forza citano’

  2. andrea ha detto:

    forza citano’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *