CIVITANOVESE, IL RAMMARICO E I PROPOSITI DI BRESCIANI

pallone

Nelle parole del direttore generale della Civitanovese, Giorgio Bresciani (nella foto di Fabio Burgio) che l’attivissima Marta Bitti ci ha trasmesso, il rammarico della società per il risultato che è maturato sul campo, che forse è stato ingigantito per il fatto che è maturato in un derby molto atteso. Si sapeva però che l’avvio del campionato per i rossoblu sarebbe stato irto di difficoltà in quanto, per un capriccio del calendario, si è venuta a trovare subito a confronto con formazioni che hanno potuto predisporre per tempo i loro programmi e fra questi c’è la Maceratese.
“Ringrazio di cuore la tifoseria – ha detto testualmente Bresciani – , per la passione con cui ieri, in ogni momento, ha cercato di trascinare la squadra: una cornice degna di ben altre categorie e palcoscenici, che ha davvero favorevolmente impressionato tutti i presenti per numeri e colori.
A questa città non dobbiamo mai mancare di rispetto, lo ripeto dal primo giorno. Civitanova merita il massimo impegno ed il sacrificio da parte di noi tutti, che lavoriamo per il bene di questa Società, da chi scende in campo ai dirigenti. Sono estremamente dispiaciuto per il risultato di ieri, ma non è di certo il momento di abbattersi: il potenziale è immutato, faremo tesoro dei nostri errori e cercheremo di recuperarli al più presto. L’errore, per quanto decisivo, che ha consegnato i tre punti ai nostri avversari, non può e non deve essere un alibi, ma deve restare comunque solo l’errore di un ragazzo di diciotto anni. Già da domani, schiena dritta e testa al prossimo impegno: chiedo ai nostri giocatori un maggiore spirito di sacrificio, che ieri in certi frangenti mi sembra essere mancato, e di mantenersi compatti. Una gara, seppure importante e delicata come può essere un derby, non cambia il buon percorso intrapreso e sono certo che sapremo presto ritrovare la giusta rotta, con il supporto di tutti, specie dei tifosi, che sono fondamentali e che mai mancano di dimostrarci il loro supporto”.
Valutazioni quindi efficaci di una persona che conosce profondamente il calcio e che si è speso notevolmente per creare una società che può sicuramente avere un ruolo importante. Ma , anche nel calcio, non si improvvisa nulla e perciò la Civitanovese deve trovare al più presto l’entusiasmo della partita del debutto contro il Matelica. Certo, quella cornice di pubblico che ha fatto venire in mente ai tifosi più anziani, quelle giornate lontane di sport che il Polisportivo ha vissuto, meritava un altro risultato. Ma, siamo agli inizi di un percorso che regalerà agli sportivi della città anche tante soddisfazioni. Di questo, molti, e fra questi Bresciani, ne sono convinti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *