CIVITANOVESE: FRA I “SOPRAVVISSUTI” C’Ẻ ANCHE MARESCA

Non crediamo che negli annali della ormai prossima centenaria Civitanovese, ci sia una stagione simile a quella che la Società sta vivendo, non tanto per la retrocessione, a questo punto inevitabile, quanto per il via vai di giocatori presi, quasi sempre, senza una esigenza tecnica e di opportunità. Giocatori, in massima parte, provenienti da località lontane ai quali garantire vitto, alloggio e compensi, che inevitabilmente finiscono per non essere retribuiti. La logica vorrebbe, che in primo luogo si dovrebbe fare una ricerca nelle immediate vicinanze della città e ricorrere, semmai, a giocatori di una certa esperienza anche se residenti in località lontane con i quali fare un accordo che non preveda tutto a carico della società. Certamente in questa stagione, il capitolo uscite del bilancio societario del comparto delle retribuzioni, stando alle lamentele dei giocatori, non è pesante, ma gli scompensi che ci sono stati, più che altro in termini economici, hanno determinata la grave fuga della fine del girone di ritorno e quella che si sta verificando in questi giorni,
Ci teniamo a riportate un elenco dei giocatori che hanno indossato, anche una volta, anche per pochi minuti, la cassa rossoblu in gare ufficiali di Campionato e di Coppa Italia: sono esattamente 42. In ordine alfabetico: Acatullo, Aprile, Baiata, Barbosa, Battisti, Bernardini, Busato, Calvarese, Cesca, Cichella, De Marci, Di Natale, Diomande, Domenella, Enow, Ferrieri, Giovannini, Gregora, Herlein, Lelli, Lignani, Loconte, Mancinelli, Maresca, Marengo, Mosca, Negro, Olivieri, Progna, Rapagnani, Reinholds, Rubino, Sabatucci, Sindaco, Speranza, Tortelli, Val, Vallesi M., Vallorani, Vassallo, Wade e Zimbardi. Chiediamo anticipavate scusa se abbiamo dimenticato qualche giocatore. Di certo l’elenco si allungherà dal momento che in queste ultime partite, si dovrà fare ricorso anche alla Juniores.
Stando all’allenamento di oggi, giovedì, che si è svolto sul campo principale, i “sopravvissuti” al massiccio “ammutinamento” dei giorni scorsi, sono (sempre in ordine alfabetico): Acatullo, Busato, Cesca, Domenella, Lelli (assente oggi in quanto in gita scolastica), Mancinelli, Marengo, Maresca (nella foto), Olivieri, Rapagnani, Speranza e Vallesi M.: in totale dodici giocatori, con evidenti difficoltà in difesa, e di conseguenza bisognerà attingere dalla Juniores, non tralasciando il fatto che sabato, con inizio alle ore 16,00 c’è Civitanovese – Città di Castello, terzultima gara del girone di ritorno del Campionato Nazionale Juniores, e domenica, con inizio alle ore 15,00, Civitanovese – Pineto. In casi del genere e con una situazione così disastrata, si vince comunque, se si riesce ad onorare l’impegno del campionato. Questa, perlomeno, è la nostra opinione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *