CIVITANOVESE: FESTOSA PRESENTAZIONE

civitanovese-presentazione-cabrini-di-stefano-jaconiClima da partita in occasione della cerimonia di presentazione della Civitanovese con dirigenti e tecnici in primo piano e un nutrito gruppo di tifosi con fumogeni, bandiere e anche con lo scoppio di un paio di petardi in segno di festa. Proprio su queste rumorose e pericolose manifestazioni di entusiasmo si è basato buona parte dell’intervento dell’allenatore Osvaldo Jaconi, al suo terzo inserimento nella società rossoblu. “E’ sciocco – ha detto difatti Jaconi nel corso del festoso incontro che è avvenuto proprio dinanzi alla palazzina della sede – far spendere soldi alla società per lo scoppio di petardi”. Qualche ultras ha commentato che ci sarà in proposito un approfondimenti dei “gruppi” e che spesso riesce difficile anche controllare gli isolati.
Quando a Jaconi, che sarà affiancato da Angelo Cetera,  gli è stato fatto osservare che al di là del comportamento virtuoso dei tifosi, la società dovrà preoccuparsi anche di quei giocatori che incorrono troppo facilmente in ammonizioni e squalifiche, il tecnico ha ammesso che questo sarà un argomento che la squadra sarà costantemente chiamata ad osservare scrupolosamente. Jaconi ha anche  raccomandato ai tifosi di dare una concreta risposta alla campagna di abbonamenti che ha praticamente preso avvio. I tagliando avranno il costo di 70 euro per le gradinate, 120 per la tribuna laterale e 300 per il settore centrale.
Da parte dei presidente Attilio Si Stefano, che rientrava da Roma dove ha assolto a tutte le necessità del tesseramento, la soddisfazione di trovarsi a operare con uno staff che ha posto in essere uno straordinario impegno e ha sottolineato il merito che il direttore generale e quello sportivo, rispettivamente Fabrizio Cabrini e Omar Trovarelli, hanno avuto nel portare avanti questo primo percorso societario, unitamente a Paolo Squadroni e Giordano Perini.
Si è parlato anche di quello che sarà l’assetto della squadra che partirà per il ritiro il 25 luglio prossimo per una località dell’Abruzzo. Quale sarà la squadra? Da parte della società ci sarà il massimo impegno per allestire un buon complesso, partendo dall’esporto portiere Chiodini. “Fateci crescere, lasciateci crescere” è il stato comunque il saggio commento finale di Jaconi in un momento in cui per tanti motivi si inizia un percorso nuovo. Non va poi trascurato il buon lavoro avviato dall’addetto stampa Emanuele Trementozzi.

Nella foto: da sinistra Cabrini, Di Stefano e Jaconi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *