CIVITANOVESE – FERMANA: UNA COPPA DI BUON CALCIO

Nel giro di dieci giorni Civitanovese e Fermana si incontrano per la seconda volta e dopo il match di domenica 18, valevole per la terza giornata di campionato, l’occasione di domani, mercoledì 28 riguarda una ghiotta sfida di Coppa Italia, ad alto livello, che concede alla formazione rossoblu di giocare in casa la sola gara di andata: In palio il passaggio ai 16.i di finale. Fra le due gare l’intermezzo della quarta di campionato: un successo scintillante della Civitanovese a Chieti, una batosta casalinga per la Fermana ad opera della Vastese dalle sette bellezze. Difficile stabilire quale sarà il peso di questi due differenti risultati, ma sicuramente i “canarini” vorranno rifarsi con un copia-incolla dell’andamento della precedente sfida, mentre i rossoblu aspireranno a una naturale rivincita e a tenere ben saldo il morale che si è rinsaldato con la prima vittoria esterna. Sicuramente i due tecnici cercheranno la vittoria ed è quanto dice il tecnico rossoblu Bruno Caneo, in un comunicato emesso dalla società in luogo della conferenza stampa che era stata fissata per le ore 15,30 di oggi e poi sospesa. “Il passaggio del turno in coppa è per noi importante – sono le parole di Caneo, nella foto ). Fin dall’inizio è stato un obiettivo della società, della squadra e anche mio. Ovviamente sarà un’occasione d’oro anche per dare qualche minuto in più, a chi in questo avvio di stagione ha giocato meno, al fine di avere anche in campionato, ragazzi sempre pronti a dare il loro contributo se chiamati in causa”.
Passando ad esaminare l’aspetto della presenza dei tifosi, che la società rossoblu spera di vedere numerosa, Caneo, ha osservato: “Mi piace il rapporto che si è instaurato tra la tifoseria e tutti i ragazzi, si è visto anche domenica a Chieti, questi sono gli ambienti positivi, che aiutano la crescita di tutta la squadra. Abbiamo giocato una buona gara, siamo stati propositivi e siamo tornati a casa con il massimo della posta. Sono felice per Herlein e Giovannini, il gol è parte di un attaccante e trovarlo fa sempre bene”.
Mister Caneo ha anche smorzato le polemiche nate sui social, che hanno coinvolto il “capitano” Giuseppe Negro. “Peppe è un ragazzo intelligente, ha sbagliato domenica nella reazione dopo il cambio e a fine gara ha chiesto scusa subito a me, ma anche a tutti i suoi compagni. Dispiace che poi gli vengano attribuiti dei gesti che non ha fatto, perché la fascia di capitano era al braccio di Lignani quando è uscito dal campo e quello che ha gettato a terra era solo un elastico. – ha chiarito il tecnico -. Fermo restando che questi sono gesti che non vanno riproposti in futuro”.
A parte le possibili varianti alla formazione alle quali Caneo ha fatto cenno, riteniamo che inizialmente scenderanno in campo, saranno quelle di domenica. Per cui, la Civitanovese, rispetto alla formazione utilizzata nella precedente sfida, potrebbe essere la seguente (3-4-3): Vassallo (’98); Bernardini (’97) (Mosca ’97), Gregora, Sabatucci; Rubino (’96), Rapagnani (’97) (Sindaco ’97), Lignani, Wade; Herlein. Barbosa, Negro.
La Fermana dovrebbe schierarsi sulla falsariga di domenica e cioè (4-2-3-1): Valentini; Maghzaoui, Comotto, Bosa, Ispas; Misin, Urbinati; Patrucci, Margarita, Russo; Molinari.
La gara avrà inizio alle ore 20,30; dirigerà Claudio Petrella di Viterbo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *