CIVITANOVESE – CORRIDONIA: 2-0. PRIMATO SEMPRE BEN SALDO. VITTORIOSA ANCHE LA JUNIORES

2017-18-perez-tomas

CIVITANOVESE: Taborda, Filippini ( 18’n st Morbidoni G.), Martinez, Silla ( 29’ st Perez), Muraro, Monserrat, Panichelli, Micucci, Zaldùa ( 28’ st Libonatti), Vecchiarello , Ruibal ( 16’ st Bamba Seydou). A disp.: Renzi D., Marino, Sonko. All. F. Nocera.
CALCIO CORRIDONIA: Renzi M., Tentella, Iacopini, Cartechini, Agus ( 30’ st Camacci), Filacaro, Pettinari (28’ st Rossi), Martinelli, Vendemiati, Papavero, Luciani (1’ st Rapacchiani). A disp.: Tarulli, Soumah, Raffaeli, Cavalieri. All. M. Martinelli.
Arbitro: Gianluca Cardelli di Pesaro.
Reti: 19’ pt Panichelli, 8’ st Ruibal.
Note: leggera pioggia, terreno in buone condizioni. Prima dell’inizio della gara, osservato un minuto di raccoglimento per la mote del papa del giocatore di casa Tomas Perez. Ammoniti: Filippini, Cartechini, Iacopini, Filicaro. Al 39’ pt allontanato dalla panchina rossoblu, l’allenatore Nocera. Spettatori: un centinaio; angoli: 6-1; recuperi: 1’, 3’.
Civitanova M. – La Civitanovese si riprende con autorità il primo posto in classifica, momentaneamente acquisito dal Valdichienti nell’anticipo di ieri, superando con un gol per tempo la tenace Corridonia che seppure non abbia creato grossi problemi al portiere di casa, ha saputo fornire una positiva prova a centrocampo e in difesa. Proprio dagli ospiti la prima azione di rilievo al 13’, quando su un’indecisione nel settore difensivo dei locali, Pettinari andava alla conclusione impegnando Taborda. Ancora una minaccia ospite al 15’ con Iacopini, ma al 19’ i padroni di casa sbloccavano il risultato: cross dalla sinistra di Micucci e Panichelli di potenza metteva alle spalle dell’attento Renzi. Rossoblu bravi a mettere al sicuro il risultato all’8’ della ripresa: lancio perfetto di Martinez al centro dell’area ospite e Ruibal, con la scaltrezza che lo contraddistingue, concludeva in rete.: è la sua tredicesima marcatura. Padroni di casa padroni del campo nel tentativo di realizzare il tris: 11’ punizione di Filippini e bella risposta in angolo di Renzi; 12’ colpo di testa ravvicinato di Muraro e respinta fortunosa del n. 1 ospite; 38’ tiro di Bamba a conclusione di una veloce azione e salvataggio sulla linea di Tentella. Applausi di affetto a Tomas Perez (nella foto) quando al 29’ della ripresa è sceso in campo. Per il vertice della classifica tutto è rimandato alle prossime cinque gare.
È andata bene anche alla formazione Juniores che si è imposta con un nitido 3-0 in casa dell’Elite Sambenedettese nella prima gara della Coppa Provinciale: a bersaglio Alessandro Morbidoni, Doda e Samba Saliou, Prossimo impegno per la formazione di Andrea Diamanti, sabato 21 alle ore 18 al Ciccarelli contro il Montottone.
AGGIORNAMENTO DELLA CIVITANOVESE
La Civitanovese per rispondere alla cinquina del Valdichienti Ponte sul fanalino di coda Aries Trodica si schiera con il consueto 4-4-2 con Silla e Micucci in cattedra, Panichelli e Vechiarello sugli esterni rispettivamente di destra e di sinistra, mentre davanti il tandem offensivo Zaldua – Ruibal. Il Corridonia, da tempo salvo e con i playoff difficilmente raggiungibili, risponde disponendo uno spregiudicato 4-2-3-1 con Martinelli e Cartechini in mediana e il tridente Pettinari, Luciani, Papavero ad agire alle spalle del terminale d’attacco Vendemiati.
A sorpresa il primo tiro nello specchio della porta è della formazione ospite, con Pettinari che conclude dalla sinistra ed impegna Taborda. La Civitanovese crea un’elevata mole di gioco ma perde di lucidità negli ultimi sedici metri. Il Corridonia prende dunque fiducia e al 15esimo, nuovamente dalla sinistra, Papavero si infila alle spalle di Filippini e esplode un gran mancino che Taborda disinnesca in tuffo, ma sul proseguo dell’azione Vendemiati alimenta e va al controcross premiando l’inserimento di Iacopini, che però davanti all’estremo della Civitanovese si ricorda di essere un difensore e conclude alto in spaccata.
La Civitanovese inizia a prendere confidenza con il terreno viscido a causa della pioggia e al 19esimo passa in vantaggio: prolungato giro palla rossoblu che si conclude con il traversone di Martinez che cerca Micucci in area, questo viene anticipato da Filacaro ma sul pallone respinto e dunque vagante si fionda Panichelli che da fuori area la piazza di potenza e precisione sotto la traversa. Il centrocampista rossoblu festeggia quindi con un gol le 24 candeline spente ieri, ma sembra dimenticarsene e il suo primo pensiero va al compagno Perez, che siede in panchina.
La Civitanovese potrebbe bissare già prima del duplice fischio ma Renzi si super sulla girata di testa di Zaldua. Nella ripresa i rossoblu rientrano in campo senza Nocera, allontanato per proteste in occasione di un fallo non ravvisato dal direttore di gara. Passano 8 minuti della seconda frazione e Ruibal raddoppia con un movimento da vero numero 9: controlla spalle alla porta, si gira sul piede perno e buca Renzi, il quale la tocca soltanto ma con l’ausilio del palo la palla termina la sua corsa in rete.
Dopo il duplice vantaggio il Corridonia si disunisce e l’assolo della formazione di casa continua, tuttavia un miracoloso Renzi non permette al risultato di subire altre variazioni. L’estremo verderosso al 55′ miracoleggia su una palla franca calciata da Filippini sopra la barriera e sul corner che ne consegue, con i riflessi di un felino, si oppone anche al colpo di testa da zero metri di Muraro. Al 66′ Panichelli e Micucci fraseggiano, con quest’ultimo che verticalizza per Zaldua che scavalca Renzi e sigla il tris, ma il direttore di gara ferma tutto per offside.
Alla mezzora della ripresa l’episodio che più di tutti farà infuriare mister Nocera: tre contro due rossoblu, Libonatti in conduzione di palla ignora Vechiarello a sinistra e Bamba a destra e va egoisticamente alla conclusione, spedendo sul fondo. A otto minuti dal termine tutto il Polisportivo sospira perché Perez, subentrato a Silla, sfiora la rete ma un superlativo Renzi e un provvidenziale Filacaro sulla linea di porta impediscono all’argentino di realizzare un gol che sicuramente avrebbe avuto una dedica particolare in cielo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *