CIVITANOVESE – CHIESANUOVA: UN AVVERSARIO DA NON SOTTOVALUTARE. JUNIORES A CORRIDONIA

Alle spalle dell’Atletico Ascoli c’è al momento un alternarsi delle inseguitrici segno evidente di un certo livellamento di valori delle formazioni di vertice che cercano per lo meno di garantirsi lo spiraglio dei play off, seppure nessuna abbia accantonato l’obiettivo del primato. Fra queste c’è la Civitanovese che in questi due ultimi turni si è però vista distanziare dalla capolista di ben otto punti, dei quattro con i quali si era concluso il girone di andata. Certamente a dodici giornate dal termine il divario non è incolmabile, ma a questo punto si deve spendere tutto il valore che i ragazzi di De Filippis indubbiamente possiedono e dal quale devono trarre il maggiore beneficio. Conteranno poco le gare interne che sono in programma come quelle contro il Monturano, all’8.a giornata, Atletico Ascoli alla 10.a, Maceratese alla 14.a, dal momento che il fautore campo negli scontri diretti non è un aspetto fondamentale.
Situazione da gestire dunque con la massima cautela e determinazione a cominciare dalla gara di domenica, sempre con inizio alle ore 15, quando al Polisportivo la Civitanovese si troverà di fronte il Chiesanuova, formazione che non è ancora al di sopra della zona play out e perciò rappresenta un avversario da non sottovalutare. Negli ospiti, è assente Rapaccini per squalifica, e ci sono due ex rossoblu della vittoriosa stagione 2017-18. Uno, è Ezequiel Zaldua, inserito nella parte finale della stagione con quattro reti all’attivo: quest’anno ha raggiunto il quoziente di tre reti ed è stato l’autore del raddoppio di domenica contro il Centobuchi. L’altro, è Franco Ruibal che è stato uno degli artefici del successo e il suo apporto fu di 17 reti delle 90 messe a segno: quest’anno il 29enne argentino va più a rilento, ma è pur sempre un attaccante da tenere sott’occhio.
Nella Civitanovese c’è ancora l’assenza, per il secondo turno di squalifica, del “capitano” Emiliano Mercanti e l’indisponibilità quasi certa di Negreti, in fase di recupero, e di Ferrari per un problema muscolare subito in settimana. In linea di massima ci dovrebbe essere la conferma dell’undici di domenica, magari con una “punta” in più sin dalle prime battute.
All’andata i rossoblu vinsero per uno a zero con rete di Ribichini che era partito davvero bene dal momento che era alla sua terza rete; ora il suo quoziente reti è di sette gol, più uno in Coppa, ma sono sette le gare che non va a segno e dei suoi gol la Civitanovese ha proprio tanto bisogno. Fra le due formazioni gli unici precedenti sono quelli ella passata stagione con il pareggio (1-1) all’8.a di andata e la vittoria dei rossoblu (2-1) in quella di ritorno in casa.
Arbitro: Krjstian Ubaldi della Sezione di Fermo; assistenti: Roberto Traini di Ascoli Piceno e Lorena Bejko di Jesi. Il sig. Ubaldi ha già diretto la Civitanovese in Promozione: Atletico Ascoli – Civitanovese (2-1) stagione 2018-19, 11.a ritorno; Civitanovese – Futura 96 (3-1), stagione corrente, 9 di andata.
Per la Juniores sabato trasferta serale a Corridonia dal momento che il programma degli incontri prevede l’inizio alle ore 18,30 e avrà luogo al’Ex Enauli, in via Sant’Anna. Sulla carta non è una trasferta difficile per la formazione allenata da Andrea Diamanti in quanto i padroni di casa sono penultimi in classifica, ma nessuno ci sta a perdere. I rossoblu, che non potranno disporre di Cognigni penalizzato con una giornata di squalifica per l’espulsione di domenica, devono, peraltro, rifarsi della sconfitta interna di domenica scorsa contro la Maceratese che ha avuto la possibilità di scendere in campo più attrezzata in termini di individualità. Negli ospiti, squalificati l’allenatore Vanni e il giocatore Ceschini.
Dirigerà Marco Di Rago della sezione di Macerata. (v.d.s.)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *