CIVITANOVESE – CAMPOBASSO: UNA SFIDA FRA DUE GRANDI

Per l’allenatore della Civitanovese, Antonio Mecomonaco, “il Campobasso è una formazione molto fisica – ha sostenuto nel corso della consuete conferenza stampa del sabato mattina – con un tecnico molto esperto (Francesco Farina) e scenderà in campo con la convinzione di ottenere il successo pieno. Una squadra che ha un passato di prestigio e sicuramente cercherà di vincere il campionato. Dobbiamo perciò stare molto attenti in quanto ci troveremo di fronte una formazione che sa esprimersi bene fuori casa, per cui dovremo evitare qualsiasi incertezza difensiva. Per quanto ci riguarda, abbiamo preparato la gara con la massima attenzione: non ci sono assenti, se non quelli fuori per infortunio (Colella, Vignieri, Della Penna, Ferrini) e con l’arrivo dei due under, Carlini e Magini, abbiamo una maggiore tranquillità per quanto riguarda i giovani da impiegare. C’è qualche giocatore in più, è vero, ma in questo momento abbiamo bisogno di tutti e prima o poi per tutti arriverà il momento per dare il proprio contributo. Per quanto riguarda Shiba è necessario portarle nella condizione migliore per consentirgli di esprimere tutta la sua fisicità”.
I trascorsi fra Civitanovese e Campobasso non sono molti e hanno riguardato i campionati 1981-82 in C1, 1989-90 in C2, 1994-95 e 2009-10 in D: in otto incontri ben cinque i successi rossoblu di cui tre in terra Molisana, due pareggi e una sola sconfitta.
Come abbiamo riferito nei giorni scorsi, in occasione della gara di domani è stata indetta la “Giornata Rossoblu” con un leggero rialzo dei prezzi e la non validità degli ingressi gratuiti: non sembra che l’andamento della vendita stia su livelli altissimi, ma c’è da sperare, anche per le raccomandazioni espresse dal presidente Patitucci, nella presenza di un bel pubblico. Da Campobasso hanno richiesto 500 biglietti e forse non tutti saranno utilizzati, anche per la lunghezza del viaggio che si aggira, fra andata e ritorno, su circa 570 chilometri.
Negli ospiti da tenere sott’occhio gli attaccanti Miani e Di Gennaro, abili nella ripartenze e, come abbiamo detto, nella fisicità di tutta la squadra.
Ci sono motivi per ritenere la Civitanovese nella identica formazione iniziale di domenica a Fermo e cioè (4-2-3-1): Silvestri,; Ficola, Aquino, Cossu, Mioni; Bensaja, Massaccesi; Bigoni, Degano, Pintori; Amodeo. Gli altri convocati sono Agresta, Biagini, Carlini, Di Pentima, Forgione, Magini, Margarita, Morbiducci, Ruzzier e Shiba.
Dirigerà Domenico Palermo di Bari che ha diretto nel campionato 2012-13 la gara Astrea-Civitanovese finita con il risultato di 2-0.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *